Raddoppiare la produzione in un terzo del tempo

RSS, azienda californiana nel ramo delle soluzioni per rubinetteria, ha trovato in Universal Robots il partner per raggiungere produttività strabilianti.

RSS Manufacturing and Phylrich è una realtà californiana che produce installazioni per tubazioni igienico-sanitarie e accessori per rubinetteria. La società si caratterizza per la grande flessibilità produttiva e per garantire una produzione su commessa molto precisa e affidabile, con tempi di consegna che alle volte possono essere di sole 24 ore.

Il caso applicativo che riguarda RSS è di particolare interesse perché per soddisfare le esigenze dei propri clienti sono stati valutati percorsi tecnologici alternativi rispetto al passato. Nel dettaglio RSS si è trovata di fronte ad un ordine mensile di 700 valvole a fronte di una capacità produttiva di 400.

La strada che si sarebbe percorsa in passato avrebbe portato ad un investimento in nuovi macchinari CNC, in grado di produrre in parallelo il numero di prodotti necessari per soddisfare la commessa. Ma a quali costi? Con quale ritorno sull’investimento per un’impresa che fa della flessibilità e dei lotti corti la propria filosofia produttiva e la propria caratteristica distintiva?

Attraverso i propri partner RSS ha invece tentato la via dell’automazione con robot collaborativi Universal Robots. La scelta dei prodotti della casa danese pareva infatti essere l’unica in grado di rispettare tutte le esigenze di RSS: aumentare la produttività, la resa e l’efficienza, garantire flessibile produttiva e applicativa, dovendosi i robot dedicare tanto alla produzione delle valvole quanto alla piegatura dei tubi, essere semplice al punto da essere avviata nell’immediato ed essere accessibile anche dal punto di vista economico.

Il robot, impegnato nella gestione autonoma di una porzione del processo produttivo, è stato in grado di garantire la produzione delle 700 valvole in soli 11 giorni.

Risultati sorprendenti in pochissimo tempo

RSS ha raggiunto tutti i propri obiettivi installando un solo cobot Universal Robots, un UR5, macchina con payload di 5 Kg e sbraccio di 850 mm. Il robot, impegnato nella gestione autonoma di una porzione del processo industriale, è stato in grado di garantire la produzione delle 700 valvole in soli 11 giorni. In seguito è stato applicato con semplicità e in tempi molto brevi per la ricollocazione ad alimentare i pezzi in una macchina piegatrice per tubi, grazie alle proprie funzioni di sicurezza che consentono al cobot di lavorare senza barriere protettive. Il robot, se possibile, ha prodotto risultati ancora migliori in questa seconda applicazione. La produttività e la velocità degli asservimenti è stata spinta così tanto che i componenti idraulici della piegatrice si sono surriscaldati al punto da provocare malfunzionamenti. Fino a quel punto, cioè fino al necessario fermo produzione, la macchina piegato 1.500 pezzi in 4 ore, una quantità che, secondo la capacità produttiva standard di RSS, avrebbe richiesto da 2 a 3 giorni di lavoro. La piegatrice è stata in seguito ottimizzata e adeguata al robot per consentire il mantenimento delle performance indotte dal cobot Universal Robots.

La presa dei pezzi da lavorare in macchina CNC da parte dell’UR5, cobot di Universal Robots. Il robot lavora senza barriere di protezione ed è stato facilmente destinato a più applicazioni in pochissimo tempo.

La produttività garantita dal robot, inoltre, si è estesa ai macchinari che hanno beneficiato del suo asservimento. RSS ha infatti misurato un incremento del 30% in tutti gli indicatori di performance della produzione.

Il robot gestisce in autonomia tutto il processo: carico, avviamento macchina, scarico.

I risultati raggiunti in cosi breve tempo hanno condotto anche ad un rapidissimo ritorno sull’investimento. RSS ha calcolato un ROI attorno ai 2-3 mesi dopo la messa in funzione della macchina di Universal Robots, indicatore migliore rispetto al tempo medio di recupero dell’investimento che UR stima in 195 giorni, ovvero poco più di sei mesi.

_______________________________________________

Universal Robots

Universal Robots è stata fondata nel 2005 dall’attuale cto, Esben Østergaard, che voleva rendere il mondo della robotica industriale accessibile a tutti tramite robot compatti e versatili, user friendly, venduti ad un prezzo ragionevole, collaborativi e sicuri per automatizzare quasi ogni processo industriale. Dal lancio del primo cobot UR, nel 2008, la società è cresciuta considerevolmente grazie ai propri robot collaborativi venduti, oggi, in tutto il mondo. La società, parte del gruppo americano Teradyne, con sede a Boston, ha headquarter a Odense e filiali presenti in Italia, USA, Germania, Francia, Spagna, Repubblica Ceca, Turchia, Cina, India, Singapore, Giappone, Corea del Sud e Taiwan. Nel 2017, Universal Robots ha registrato un fatturato di 151 milioni di euro.

Per ulteriori informazioni:
https://www.universal-robots.com/it
https://blog.universal-robots.com/it

Rss ha soddisfatto una richiesta di 700 valvole, su una capacità produttiva di 400, con l’ausilio di un solo UR5 di Universal Robots.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here