SKF Agri Hub: progettato per grandi sfide

L’unità cuscinetto SKF consente prestazioni eccezionali e un notevole contenimento dei costi di manutenzione. Binomio che conquista il mercato agricolo, sempre più alla ricerca di soluzioni per incrementare la produttività nel rispetto dell’ambiente.

Fango, polvere e detriti, urti violenti con sassi e pietre. Temperature estremamente basse o molto elevate. Pioggia e deflussi superficiali. Quota, clima, composizione del suolo e rotazione delle coltivazioni. Ogni realtà è certamente unica, ma, ovunque, le attrezzature delle aziende agricole sono sottoposte a impegnative condizioni di esercizio. Per questo i player agricoli hanno sempre più bisogno di affidarsi a soluzioni che ottimizzino e migliorino il lavoro nei campi.

Il Gruppo SKF, leader nel settore di cuscinetti, tenute, meccatronica, sistemi di lubrificazione e servizi tra cui l’assistenza tecnica, i servizi di manutenzione, la consulenza ingegneristica e la formazione, ha sviluppato soluzioni affidabili per le applicazioni agricole: SKF Agri Hub è, infatti, una unità cuscinetto completa con tenuta incorporata, flangia e albero integrati per una soluzione “plug & play”. Caratteristica che la distingue da altre soluzioni disponibili sul mercato è l’essere lubrificata e protetta a vita dagli agenti contaminanti: le unità SKF Agri Hub permettono così una riduzione del consumo e delle potenziali perdite di grasso sul terreno con conseguenti benefici anche per l’ambiente. L’elevata rigidezza rende, inoltre, molto precisa la traiettoria del disco e massimizza l’affidabilità della macchina: il design resistente dell’Agri Hub, infatti, estende la durata di esercizio dell’unità fino a tre volte rispetto a un cuscinetto tradizionale.

“A oggi – spiega Giuseppe Nuzzo, SKF Business Portfolio Manager – le unità Agri Hub rappresentano una famiglia di prodotti utilizzati sulle attrezzature agricole dedicate ad attività di aratura e semina, per la distribuzione di fertilizzanti e per la falciatura dell’erba”.

Le prove sul campo eseguite con le unità SKF Agri Hub per aratura dimostrano che è possibile ridurre fino a mezzora al giorno il tempo di manutenzione per macchina, rispetto ai sistemi di cuscinetti tradizionali che devono essere rilubrificati tutti i giorni. Inoltre, i test evidenziano anche che queste unità sono in grado di offrire prestazioni ottimali fino a 100.000 ettari. “Per le aziende – spiega Ettore Berutti, SKF Business Development and Engineering Manager Non Wheel Application – questi dati si traducono in vantaggi importanti, come l’aumento della durata di esercizio dei cuscinetti; la riduzione dei costi di manutenzione e gestione e l’ottimizzazione della produttività”.

A beneficiare delle caratteristiche dell’Agri Hub, però, non sono solo gli utilizzatori, ma anche gli OEM ne hanno un ritorno positivo: la semplicità di montaggio e i plus ambientali si traducono nella riduzione dei costi complessivi di gestione, compresi quelli di garanzia, assistenza, progettazione, collaudo e montaggio.

SKF Agri Hub. L’elevata rigidezza rende molto precisa la traiettoria del disco e massimizza l’affidabilità della macchina.

“Il mercato agricolo è sempre alla ricerca di innovazione che favorisca la produttività: in alcune aree geografiche si osserva il trend che porta verso macchine sempre più grandi che permettono di lavorare estesi appezzamenti di terreno in un minor tempo. Per rispondere a questa esigenza, SKF ha lanciato due anni fa la nuova soluzione “Harsh Tillage” progettata per macchine con dischi da aratura di diametro superiore ai 610mm – prosegue Nuzzo – e ad oggi abbiamo decine di migliaia di questi SKF Agri Hub Harsh Tillage sul campo. Si tratta di un risultato molto importante, possibile grazie alla assoluta affidabilità del prodotto”.

Le unità cuscinetto per il mercato agricolo firmate SKF sono presenti principalmente in Europa e Nord America: “Si tratta di mercati maturi, evoluti, dove le aziende clienti sono in grado di apprezzare l’elevata qualità del nostro prodotto e le sue caratteristiche distintive rispetto all’offerta dei competitor – prosegue Berutti – In questi paesi il brand SKF è garanzia di serietà e affidabilità. I nostri clienti sono, infatti, i migliori player sul mercato, i più grandi costruttori agricoli mondiali”. “L’Agri Hub come case history – conclude Nuzzo – conferma la capacità del Gruppo SKF nel suo complesso di fare vera sinergia tra le differenti applicazioni e di mettere a sistema in modo efficiente le competenze di progettazione e i flussi produttivi e logistici, garantendo al cliente un prodotto decisamente affidabile e di alta qualità, oltre a una presenza capillare e interventi puntuali”.

SKF Agri Hub per aratura – in cifre

  • Più di 1 milione le unità vendute
  • 000 gli ettari per cui vengono offerte prestazioni ottimali
  • 300% durata di esercizio dell’unità rispetto a un cuscinetto tradizionale
  • 0 gli interventi di manutenzione e ingrassaggio richiesti sull’HUB

Il parere del cliente

Soltanto nel 2017, sono oltre 400 i coltivatori a dischi che montano l’unità cuscinetto Agri Hub SKF costruiti da Maschio Gaspardo, multinazionale leader nella produzione di attrezzature agricole per la lavorazione del terreno, la semina, il trattamento delle colture, la manutenzione del verde e la fienagione. “Siamo in collegamento continuo con SKF – conferma l’azienda Maschio Gaspardo – che si è già dimostrata in più occasioni pronta e proattiva nel recepire le nostre specifiche richieste. Le nostre sono macchine che devono sopportare forti stress meccanici dovuti alle difficili condizioni in cui vengono utilizzate: è importante per noi sapere di avere un partner tecnico competente dal punto di vista progettuale, capace anche di apportare personalizzazioni ai prodotti a catalogo per rispondere agli alti standard di prestazioni richiesti dai nostri clienti”.

Richiedi maggiori informazioni










Nome*

Cognome*

Azienda

E-mail*

Telefono

Oggetto

Messaggio

Ho letto e accetto l'informativa sulla privacy*

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here