Nata in ambito militare la magnetoformatura ha trovato sbocchi in svariati settori in virtù della possibilità di formare, tagliare e saldare metalli solamente con l’utilizzo di impulsi elettromagnetici, senza necessità di contatto e senza dispersione di calore.

Magnetoformatura: assemblare, formare, tagliare e saldare metalli con impulsi elettromagnetici

Smart Factory è una giovane azienda italiana specializzata nei processi di lavorazione ad alto impatto tecnologico che ha fatto dell’impiego della magnetoformatura uno dei principali punti di forza.
Il team di Smart Factory, fondato sulla passione e l’ingegno e con un bagaglio culturale che nasce dall’esperienza acquisita nella produzione industriale, è giovane, dinamico e con le idee ben chiare: portare una ventata di novità e innovazione nella lavorazione dei metalli sfruttando una tecnologia radicalmente innovativa, basata su chiari principi fisici, come il magnetismo e l’elettricità.
Lucia Tagliabue, unica componente “in rosa” del team, così spiega come è nata Smart Factory e l’innovazione della magnetoformatura: «Abbiamo iniziato a sentir parlare di magnetoformatura nel corso di un processo di ricerca per la decorazione dei metalli, cercando una tecnica che consentisse di realizzare sottosquadri, embossing e debossing ad ampia raggiatura con estrema libertà, anche su superfici coniche, sferiche, cilindriche. E cosí, dopo una lunghissima ricerca, siamo entrati in contatto con PST Products, oggi nostro partner strategico e leader mondiale nella produzione di impianti di magnetoformatura».

Processo di magnetoformatura, i vantaggi:

  • Consente di saldare leghe metalliche con punti di fusione diversi, non saldabili con metodi convenzionali (rame e alluminio, acciaio e rame, argento e rame,…)
  • Nessun apporto di calore, quindi nessun cono di calore (HAZ) e nessuna distorsione termica veloce (25 μs)
  • Alta affidabilità e ripetibilità: le saldature hanno una precisione e resistenza unica, tanto impermeabili da passare i test all’elio.
  • Manutenzione ridotta e facilità di gestione: non c’è usura di componenti meccaniche nè parti in movimento, mentre la manutenzione su componenti elettriche avviene dopo decine di milioni di impulsi.
  • Il processo non genera alcuna dispersione di materiale, non richiede l’aggiunta di materiale e non prevede una modifica delle caratteristiche del metallo.
  • Elevata efficienza energetica
  • Velocità di esecuzione
  • L’uso del maschio dello stampo può essere omesso con questo processo perché la forza magnetica agisce sul pezzo senza contatto (è richiesto un solo stampo femmina, e non richiede la necessità di allineamenti centesimali tra maschio e femmina)
  • Gli effetti del ritorno elastico sono ridotti al minimo
  • Distribuzione del materiale sulla superficie perfetta, senza riduzioni di spessore
  • Taglio e foratura gestibili nello stesso processo, tagli senza sbavature
  • Processo di pulizia e finitura superficiale di alta qualità della parte
  • Può essere combinato con qualsiasi altra tecnologia di formatura

Per leggere l’intervista completa all’azienda e scoprire tutti i dettagli della magnetoformatura richiedi l’articolo presente su Lamiera di Novembre 2018

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here