Collante X-Bond per incollaggi difficili

Novità su larga scala, in questi termini potrebbe a buon diritto presentarsi il collante X-Bond della gamma Sigill che è prodotta e distribuita in esclusiva dallo storico marchio bolognese Pigal, con il suo sviluppo e il suo lancio l’azienda punta a risolvere i problemi di incollaggio di PTFE, PP, PE.

Collante X-Bond: adesivo bicomponente per incollaggi difficli

Adatto a un’ampia varietà di settori industriali all’interno dei quali spiccano soprattutto tutti quegli impieghi che interessano delle parti realizzate con materiali plastici particolarmente complessi e sfidanti, l’adesivo bicomponente X-Bond di Pigal è nato per gli incollaggi difficili particolarmente adatto a plastiche quali PP, PE, HDPE, LDPE, copolimeri, PTFE, EPDM, poliolefine, anche quando si trovano in combinazione con altre plastiche (ABS, PVC) oppure altri materiali (allumino).
L’obiettivo era realizzare un ritrovato capace di incollare i materiali che le altre formule di mercato, al contrario, non incollano. Il caso specifico è quello delle plastiche difficili o plastiche grasse, secondo la definizione gergale. Ovvero il PTFE (teflon o politetrafluoroetilene); il polipropilene o PP; non da ultimo il polietilene o politene, indicato con la sigla PE,tre materiali dalle caratteristiche del tutto particolari e che consente di incollarli in maniera efficace e quel che più conta, con impareggiabile tenacia ,scopo primario di questa novità.

Semplice da usare, perfetto su plastiche, legno, vetro, pietra e metalli

Il collante X-Bond della gamma Sigill, prodotto e distribuito da Pigal, è sviluppato per risolvere i problemi di incollaggio di PTFE, PP, PE.

Analogamente alla formulazione, anche il packaging è stato studiato nei minimi dettagli. L’adesivo è infatti bicomponente e due sono le cannule che, affiancate, compongono la siringa di erogazione. Quando l’utilizzatore esercita una pressione sullo stantuffo, allora un beccuccio provvede alla miscelazione dei due componenti, che ne aziona la catalisi. Ed è solamente quando sono miscelati, che i due componenti incollano.
Sempre per quel che riguarda il look, ma che interessa anche la funzionalità, Pigal ha sviluppato per X-Bond una confezione da 25 millilitri già pronta all’uso senza dover ricorrere all’acquisto di una pistola o altri accessori esterni ed evitando quindi altre spese aggiuntive. Va inoltre ricordato che, oltre alle già menzionate plastiche difficili, X-Bond ha confermato tutta la sua efficacia e affidabilità nell’incollare materiali più tradizionali come il legno, vetro e pietra, metalli, anche questi materiali presenti negli ambiti tecnici industriali.
L’adesivo bicomponente X-Bond ha fatto il suo debutto sui mercati all’inizio dello scorso anno e ha goduto sino a questo momento di riscontri decisamente soddisfacenti e positivi.

Pigal: specialisti in sigillanti e adesivi

Creatrice del noto marchio di sigillanti e adesivi Sigill, Pigal è stata fondata nel 1978 a Crespellano Valsamoggia e negli anni Novanta fonda una nuova società produttrice di polimeri NPT (New Polyurethane Technologies). Le due realtà si sono sviluppate e sono cresciute di pari passo e di fatto Pigal ha iniziato col tempo a operare come braccio commerciale di NPT, che ha sede nelle immediate vicinanze di Pavia. Entrambe le aziende hanno dimensioni tipiche della media impresa italiana. Pigal, che commercializza esclusivamente prodotti a marchio proprio (cioè Sigill) e di NPT , le due realtà contano 100 addetti circa e il loro fatturato annuo si aggira attorno ai 42 milioni. Mercati prevalenti: Italia ed Estero con circa 70 paesi coinvolti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here