Soluzioni tecniche per lo stampaggio a freddo della lamiera

0
114

Nel nome dell’innovazione

Performante e compatta la linea sviluppata da Di.Gi.Emme per D-Effe è in grado di realizzare una diversificata tipologia di componenti, imbutiti, piegati, per applicazioni differenti in ambito elettrodomestico, automotive e accessori per l’edilizia. Processo nel quale viene impiegata anche una servopressa fornita da OTI Presse.

Di.Gi.Emme di Carugo (CO) è attiva da quasi 45 anni nel settore dello stampaggio a freddo della lamiera e nella tecnologia transfer, operando su due fronti operativi. Da una parte realizza sistemi e impianti completi chiavi in mano, stampi, transfer meccanici ed elettronici. Dall’altra fornisce servizi di stampaggio, compresa la produzione di pezzi finiti, attraverso D-Effe di Alzate Brianza (CO). «La continua evoluzione del settore – ha dichiarato uno dei titolari, l’ing. Marco Donatielloha portato la nostra struttura a produrre macchinari e stampi per pezzi di elevata qualità e a sviluppare tecnologie all’avanguardia per mantenere alta la nostra posizione sul mercato e soddisfare la nostra clientela». Grazie a questa costante attività di ricerca e sviluppo, l’officina è così in grado di soddisfare le più diverse esigenze e di fornire le migliori soluzioni tecniche capaci di ottimizzare la produttività, riducendo i tempi, la manodopera necessaria e il materiale utilizzato per produrre il singolo pezzo. Come nel caso di un recente impianto progettato per la realizzazione di una diversificata tipologia di componenti, imbutiti, piegati, per applicazioni differenti in ambito elettrodomestico, automotive e accessori per l’edilizia. «La linea – spiega l’ing. Donatielloconsta essenzialmente di un transfer elettronico, di una linea di alimentazione con calandra alimentante compatta, disegnata sulla base di nostre specifiche, oltre a una pressa servo». Quest’ultima è stata progettata e realizzata da OTI Presse di Desio (MI).

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here