La rivoluzione 3D richiede nuove competenze tecniche

3d textRiflettendo sull’impatto della produzione 3D, Dave Pierson, senior design engineer di MAGNET (Manufacturing Advocacy & Growth Network), azienda a patrocinio dei produttori, con sede a Cleveland, sostiene che poche tecnologie soddisfano le promesse e il potenziale della produzione additiva, conosciuta comunemente come stampa 3D.

Il grandissimo entusiasmo dimostrato nell’utilizzo delle stampanti 3D consumer, per creare una varietà di oggetti tridimensionali, però, non ha la stessa portata se applicato all’industria dello stampaggio dove invece risiede il vero fattore cool. La produzione additiva, infatti, rappresenta una vera e propria rivoluzione industriale grazie alla capacità di ridurre i costi e i tempi di lavorazione di circa il 90%.

La tecnologia viene utilizzata principalmente per creare prototipi, consentendo alle aziende di creare dei campioni per i propri clienti che possono essere facilmente modificati per soddisfare i requisiti specifici prima di creare stampi costosi per la produzione di massa. Proprio perché la produzione additiva sta acquistando slancio sono necessari tecnici qualificati in grado di presidiare e manutenere i sofisticati macchinari 3D così come di far funzionare e ottimizzare i programmi di progettazione che li guidano.

Un’analisi dell’agosto 2014 condotta da Wanted Analytics ha rilevato un aumento delle inserzioni di lavoro dell’1,834%, tra Luglio 2010 e Luglio 2014, per la selezione di lavoratori con competenze nella stampa 3D. Gran parte di questo aumento si è registrato solo nell’ultimo anno. L’analisi rivela anche che le competenze nella stampa 3D e nella produzione additiva sono state tra le più ricercate negli annunci dedicati alla ricerca di ingegneri.

E dal momento che la produzione 3D viene impiegata in diversi settori tra cui quello aerospaziale, biomedicale, dell’automotive, della difesa e della produzione di materiali, i tecnici qualificati sono necessari per le aziende locali che operano in questi mercati e per le società con cui intrattengono rapporti commerciali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here