Sistemi elettroidraulici: potenzialità e limiti

E’ opinione comune che il futuro dell’oleodinamica si giocherà nell’integrazione con i sistemi elettrici. Ma quali sono le caratteristiche dei sistemi elettroidraulici, quali i vantaggi ottenibili e quali i possibili limiti di queste soluzioni?

Verso un nuovo paradigma

I vantaggi dell’oleodinamica sono ben noti. Elevata densità di potenza, facilità nel controllo del movimento, elevata affidabilità e robustezza, possibilità di realizzare soluzioni personalizzate, ottima resistenza alle vibrazioni e capacità di assorbire carichi impulsivi, infine, facile gestione dello scambio termico. Tutti questi elementi hanno fatto sì che i sistemi idraulici fossero in grado di imporsi per l’attuazione di potenza in settori notevolmente differenti: dall’aeronautica al movimento terra, dalle applicazioni industriali pesanti (acciaierie) alle applicazioni civili (ponti sollevabili, dighe…). In tutti questi settori la flessibilità dell’oleodinamica e la facilità di gestione della potenza sono state armi vincenti per oltre mezzo secolo. Allo stesso tempo, però, non è possibile dimenticare che i sistemi puramente idraulici soffrono di una non ottimale, quando non pessima, gestione della potenza e presentano dei limiti che stanno diventando sempre più evidenti. Ci riferiamo soprattutto al tema della rumorosità, aspetto a cui il mercato è sempre più sensibile, ma anche al tema della interfacciabilità del sistema di azionamento con reti di comunicazione e gestione dell’informazione di tipo evoluto. Ma soprattutto un limite è rappresentato dalla gestione della potenza che è spesso di tipo dissipativo. Insomma, l’oleodinamica sta cominciando a fare i conti con la sempre maggiore sensibilità degli operatori verso temi di ordine ambientale-economico (efficienza energetica, rumorosità) e di ordine pratico (possibilità di controllare in remoto il sistema). Non è una novità che soluzioni elettriche, oppure ibride, stiano prendendo piede un po’ dappertutto. Dall’automotive al settore delle macchine movimento terra. Sarà per questioni oggettive o anche per questioni di marketing e di “moda”, ma tutti i principali player si stanno spendendo per proporre soluzioni integrate, in cui sia possibile celebrare il matrimonio tra idraulica ed elettrico.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here