Macchine per il lavaggio: MecWash passa all’alta pressione

Condividi

MecWash alta pressioneL’inglese MecWash, specializzata in macchinari per il lavaggio industriale, ha realizzato per un’importante produttore di camion in India due unità per il lavaggio industriale costruite su misura: è la prima volta che MecWash sviluppa macchine che usano anche  il lavaggio ad alta pressione/bassa portata come modalità di pulizia.

La prima macchina, dedicata alla pulizia delle teste dei cilindri, è già operativa. La seconda, utilizzata nel lavaggio dei blocchi motore, è stata consegnata nel mese di luglio 2013. Ciascuna macchina incorpora un sistema ad alta pressione alimentato da una pompa Hydra-Cell di Wanner che veicola acqua e detergente ad 80 °C a una pressione di 40 bar.

MecWash non utilizza solventi nei suoi sistemi di pulizia e preferisce l’utilizzo di  soluzioni rispettose dell’ambiente, a base di acqua e detergenti. Il gruppo non ha mai utilizzato in precedenza l’alta pressione, neanche per la pulizia di passaggi stretti come quelli del circuito di distribuzione dell’olio e dei carburanti. I sistemi MecWash si affidano sull’effetto a pioggia di grandi volumi di soluzioni detergenti, pompati e spruzzati a bassa pressione.

Le dimensioni e la complessità dei componenti dei motori dei camion, insieme alla quantità di sfrido da eliminare, hanno però sollecitato MecWash a rivedere le sue usuali soluzioni. Con passaggi interni lunghi fino a 1,5 metri e sfridi intorno a 500 grammi da rimuovere in ciascun blocco motore, non era efficace  affidarsi a getti o a spruzzatura a bassa pressione. Fori lunghi e stretti necessitano di erogazione ad alta pressione.

Ciascun impianto ha un modulo per la pulizia ad alta pressione dei circuiti interni dell’olio e del carburante e un secondo modulo per il lavaggio a bassa pressione, il risciacquo e l’asciugatura. I cicli di alta e bassa pressione impiegano 6 minuti ciascuno ma sono operativi simultaneamente e di conseguenza un nuovo blocco viene pulito, lavato e asciugato accuratamente ogni 8 minuti, tenendo presente che ci vogliono due minuti per il carico e il trasferimento.

La pulizia nel primo modulo viene effettuata tramite lunghe lance a spruzzo, retrattili, che si muovono all’interno dei circuiti dell’olio e del carburante dove spruzzano ad alta pressione e distanza ravvicinata la soluzione detergente.

Tutto è pianificato e posizionato per ottenere la massima efficacia, la precisa individuazione delle parti da pulire e la rimozione efficiente dello sfrido. Nel secondo modulo del blocco, che ruota in un’attrezzatura, viene effettuato un ciclo intensivo di 6 minuti di pulizia generale che include il lavaggio, il getto a pioggia, lo scarico, il risciacquo a spruzzatura, un’altra fase di scarico, l’asciugatura ad aria calda e l’asciugatura sotto vuoto. L’acqua viene riciclata, filtrata fino a 30 micron (lavaggio) o 10 micron (risciacquo) e riutilizzata.

Articoli correlati