Rivestimenti protettivi

Un nuovo nano trattamento superficiali protegge i metalli dalla corrosione e li rende più igienici

I ricercatori della Harvard John A. Paulson School of Engineering and Applied Sciences (SEAS) sviluppato un nuovo rivestimento che rendere l’acciaio più resistente, sicuro e durevole. Il nuovo rivestimento superficiale, a base di ossido di tungsteno nanoporoso grezzo, risulta essere il materiale anticorrosivo ed antivegetativo più durevole fino ad oggi trovato, capace di respingere qualsiasi tipo di liquido, anche dopo che la superficie trattata è stata intensamente sollecitata. I materiali trattati con questa tecnica possono avere svariate applicazioni come strumenti e dispositivi medici, quali impianti e bisturi, ugelli per la stampa 3D e, potenzialmente, applicazioni su larga scala per gli edifici e navi. La sfida più grande per lo sviluppo di questo trattamento superficiale è stato quello di capire come trattare l’acciaio per assicurare la capacità di antivegetativa senza degradazione meccanica. Il gruppo di ricerca ha risolto questo problema utilizzando una tecnica elettrochimica per far crescere una pellicola ultrasottile formata da centinaia di migliaia di piccole e ruvide “isole” di ossido di tungsteno direttamente sulla superficie dell’acciaio.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here