Sau SpA: riflettori sulla qualità

Condividi

Panoramica di frese in metallo duro per lavorazioni su alluminio, acciaio inox, titanio e leghe resistenti al calore.

Ne parliamo con Enrico Benassi, amministratore di SAU SpA.
Quando e come è nata la vostra azienda e come si è sviluppata negli anni?
SAU SpA nasce nel 1986 a Polinago (MO) dall’idea del fondatore Sauro Veratti. Dall’iniziale attività di servizio d’affilatura e di supporto alla commercializzazione di prodotti di utensileria standard, ben presto l’azienda si è trasformata in una vera e propria entità produttiva e progettuale autonoma, e nel giro di pochi anni è diventata una realtà di primo piano nel comparto dell’utensileria a fissaggio meccanico e del metallo duro integrale. Il forte e continuativo impegno di tutto lo staff aziendale, inoltre, ci ha consentito di ottenere ottimi risultati in termini sia di fatturato sia di presenza sul mercato interno e internazionale.

Enrico Benassi, amministratore di SAU SpA.

Quali sono le caratteristiche che maggiormente vi contraddistinguono?
La caratteristica principale che contraddistingue la nostra società è sicuramente la qualità. Su questa sostanziale base si innestano solidamente i nostri punti di forza: l’ampio stoccaggio di materie prime, la notevole disponibilità di articoli standard a magazzino, la flessibilità nella progettazione, la realizzazione di prodotti speciali, l’ampia gamma di prodotti a catalogo, l’affidabilità con qualità costruttiva costante, il servizio di consegne rapido, la certificazione UNI EN ISO 9001.

Quali sono i cardini della vostra filosofia operativa? Quale missione vi siete posti?
I cardini attorno a cui si sviluppa la nostra operatività sono il servizio, la tempistica delle risposte e, ovviamente, la qualità. La struttura, i mezzi e le figure professionali che ci siamo creati nei nostri oltre 30 anni di attività ci consentono di dare sempre una risposta veloce e puntuale alle richieste e ai problemi dei clienti. La nostra missione è dunque quella di soddisfare le loro esigenze, oltre a quella di ampliare il nostro business in direzione di nuovi mercati.

Fresa a fissaggio meccanico per lavorazioni ad alto avanzamento.

Con quale approccio strategico affrontate le sfide del mercato di oggi?
Come tutti ormai sappiamo, il mercato odierno si basa sostanzialmente sulla velocità delle risposte e sull’offerta di soluzioni corrette ai problemi riscontrati dai clienti. È in tale direzione che SAU si muove quindi sul mercato, con l’apporto fondamentale dei suoi tecnici che in ogni situazione ricercano la soluzione più rapida e confacente, in grado di risolvere ogni tipo di problematica. Un accurato servizio di assistenza tecnica, sia prima sia dopo la vendita, è infatti la base portante di un rapporto proficuo di collaborazione.

Flessibilità e rapidità: come valutate dunque questi fattori?
Sono senza dubbio il segreto per una buona entratura nel mercato odierno. La nostra flessibilità produttiva, grazie alla grande disponibilità di prodotti semilavorati e all’utilizzo di macchine utensili sofisticate, e la nostra velocità di servizio, grazie alla una struttura ben organizzata ed efficiente, insieme a qualità, disponibilità di prodotto e gamme di articoli sempre più complete, fanno di SAU una solida e affidabile realtà produttiva e imprenditoriale a cui rivolgersi con estrema fiducia.

Particolare delle lavorazioni – reparto affilatura.

Quali maggiori necessità manifestano oggi clientela e mercato? E come rispondete loro?
Sicuramente, come già detto prima, il mercato del giorno d’oggi è per il “tutto e subito”. In tale ottica, noi ci siamo adeguati tenendo i nostri magazzini sempre ben forniti, per poter fare fronte in qualsiasi momento alle richieste della clientela. L’ampio stoccaggio di materie prime ci consente altresì di ridurre i tempi di consegna e di ripristino delle scorte dei magazzini. L’avanzamento delle fasi produttive, i magazzini intermedi e il magazzino finale degli oltre 52000 articoli SAU, sono completamente gestiti da un sistema informatico creato appositamente in base alle nostre esigenze e richieste.

Come si articola attualmente la vostra offerta e quali prerogative la caratterizzano nel suo insieme?
Siamo produttori di utensili a fissaggio meccanico, utensili in metallo duro integrale e inserti, che offriamo nelle diverse tipologie e declinazioni per lavorazioni di tornitura, fresatura, foratura, filettatura, barenatura, e via dicendo. Tengo a sottolineare in particolare il fatto che siamo produttori, e invito anzi i nostri clienti già acquisiti e potenziali a venire a visitare di persona la nostra azienda, perché solo in questo modo le parole che ho espresso sulla qualità che ci contraddistingue possono trovare un riscontro concreto.

Reparto finitura.

Come siete strutturati in ambito progettuale e produttivo?
La progettazione avviene su sistemi Cad 3D di ultima generazione, con i quali vengono simulate le condizioni di lavorazione e quindi la gestione informatizzata di tutti i dati tecnici di produzione. La produzione avviene su macchine affilatrici CNC a 5 assi, con righe ottiche che garantiscono la massima precisione e qualità. Oltre a essere dotata di caricatori per produrre h24, ogni macchina è altresì dotata di una banca dati relativa a tutti gli utensili conosciuti, e ciò permette di ottimizzare i tempi nella preparazione e nella produzione. Le mole usate sono di ultima generazione, garantendo così la possibilità di ridurre i tempi, e quindi i costi, senza mai trascurare la qualità. Il prodotto, infine, è soggetto a un rigoroso controllo mediante scansione per ottenere e mantenere le sue caratteristiche.

Quali sono i vostri prodotti attualmente di maggior spicco, o le vostre novità più recenti?
Senza dubbio il nostro fiore all’occhiello è oggi il reparto produttivo relativo al metallo duro integrale, che ci sta dando notevoli soddisfazioni, soprattutto all’estero in aziende che operano nel settore aerospaziale. Le nostre novità più salienti, in effetti, sono proprio incentrate sulla produzione di frese in metallo duro integrale studiate specificatamente per materiali di difficile lavorazione, ossia leghe resistenti al calore.

In che termini i vostri prodotti concorrono a migliorare la produttività di chi ne fa uso?
Sono utensili performanti, che migliorano la finitura e la vita utensile e contribuiscono quindi in modo concreto a ottimizzare la filiera produttiva delle aziende che li utilizzano, in termini di qualità del lavoro e di economia complessiva. Ma soprattutto i nostri sono utensili Made in Italy.

Come siete organizzati a livello commerciale, in Italia e all’estero?
Ci avvaliamo di una professionale e consolidata rete commerciale, ben organizzata sia all’estero sia sul territorio nazionale e formata da venditori con una grande esperienza maturata in anni di attività e da una strutturata rete di distributori. Visitiamo sia gli utilizzatori finali sia i distributori a livello mondiale. In particolare, la nostra sede di Polinago, che ospita i reparti di creazione e produzione, segue il mercato mondiale, mentre la sede di Modena, che ospita il nostro magazzino centrale, segue il mercato italiano. Contiamo inoltre su un rivenditore ufficiale in Bulgaria.

Per finire, come giudicate l’andamento attuale del settore utensili e quali evoluzioni vi aspettate?
Parlando sottovoce, il pensiero in questo momento è positivo, visti sia l’andamento del mercato sia il buon interesse per le novità. Non credo in evoluzioni super positive, ma ritengo anche che il mercato di oggi, se seguito correttamente e coadiuvato da un buon servizio tecnico, possa prospettare un futuro senza incertezze e dubbi di alcun genere.

Articoli correlati