Comaf, una piegatrice tanto compatta quanto precisa

Parola d’ordine: versatilità

Marsilli, noto produttore di sistemi di avvolgimento e di assemblaggio per bobine e motori elettrici, ha recentemente installato al proprio interno una nuova piegatrice sincronizzata a 4 assi, fornita e installata da Comaf. Una macchina compatta, grazie alla quale l’azienda cremonese è riuscita a soddisfare le proprie esigenze operative.

Marsilli di Castelleone (CR) ha iniziato la propria attività nel 1938 producendo macchine per avvolgimenti elettrici, estendendo poi nel tempo il proprio business verso tutti i processi di automazione (a monte, con la preparazione del corpo bobina, e a valle, con fasi di saldatura, di test elettrici e tutte le fasi di montaggio). Una crescita che ha portato la società a ricoprire un ruolo sempre più di riferimento in ambito nazionale e, soprattutto, internazionale, come “solution provider” per processi di fabbricazione di sistemi di produzione di bobine e di motori elettrici. Soluzioni destinate non solo al prevalente settore automotive (oggi rappresentante circa il 70/75% della produzione), ma anche al comparto dell’elettrodomestico, delle applicazioni elettromeccaniche sia domestiche che industriali e del segmento RFID. «Impianti anche molto complessi – spiega Roberto Lanzi, responsabile reparto qualità –, che possono essere composti da una macchina per l’avvolgimento stand-alone, fino a linee complete di svariate decine di metri in grado di produrre il motore completo. Soluzioni ad alto valore aggiunto, altamente personalizzate, richieste con tempistiche sempre più stringenti, alle quali la nostra struttura deve saper far fronte puntando sulla più elevata efficienza produttiva e sulla costante ottimizzazione di processo». Esigenze che hanno trovato nella nuova piegatrice sincronizzata Ermaksan Power-Bend Pro Seater, fornita e installata da Comaf di Sovico (MB), un valido supporto.