Tecnologie e organizzazione: un binomio inscindibile

Una questione di efficienza

Abbiamo intervistato Danilo Pasqualini, general manager di Antos, una giovane realtà che si sta ponendo sul mercato con l’obiettivo di fornire metodi e strumenti per il controllo gestionale e l’organizzazione.

Dopo un 2017 effervescente per il settore manifatturiero, anche il 2018 sembra essere iniziato sotto i migliori auspici con consegne di macchinari che ricordano gli anni d’oro. Certamente una buona idea il Piano Nazionale 4.0, anche perché il parco macchine presso le imprese rischiava di andare in rapida obsolescenza e quindi di fare perdere una competitività sempre critica in tempi di globalizzazione. Una riserva sembra essere per la raccolta e la gestione dei dati, peraltro necessaria per accedere all’iperammortamento. Si ha la sensazione che, date le dimensioni e la cultura impreditoriale tipicamente tecnica delle nostre Pmi, la raccolta e la gestione dati per il miglioramento globale delle performance aziendali rappresenti ancora un punto di efficacia non sostanziale. Abbiamo sentito il parere di una startup specializzata nella fornitura di soluzioni avanzate per il controllo gestionale e l’organizzazione. Danilo Pasqualini, general manager di Antos, ci fa un quadro della situazione riassumendo che «dal 2002 Antos si occupa di organizzazione e controllo per le aziende di produzione, mettendo a loro disposizione strumenti tecnologici eccellenti e un’esperienza consolidata nella gestione e nel controllo dell’efficienza della commessa».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here