Da vero pioniere dell’innovazione, con la tecnologia XTS, Beckhoff ha tracciato per il motion una strada che ha completamente rivoluzionato i concetti di macchina e di progettazione così come erano sempre stati tradizionalmente intesi. A differenza delle soluzioni basate sulla classica catena cinematica che aziona gli organi macchina, il sistema XTS ha infatti reso il motion parte integrante del progetto: dal punto di vista funzionale e meccanico e, quindi, progettuale.

XTS è un kit meccatronico componibile che, avvalendosi di moduli lineari e curvilinei di vari raggi di curvatura (lineari, 22,5 gradi, 45 gradi e 180 gradi), consentono di progettare traiettorie con percorsi che possono seguire i profili più disparati. Macchina e XTS si integrano così in un tutt’uno: il sistema di trasporto diviene una sua parte integrante e non un’automazione separata. Il vero e grande salto innovativo di XTS è però la capacità di pilotare un qualsivoglia numero di ‘mover’ in maniera indipendente sullo stesso tracciato. Ciascuno degli ‘n’ carrelli è infatti controllabile con una legge di moto propria, con caratteristiche di accelerazione/decelerazione (anche superiori a 50 m/s²) e velocità (fino a 4 m/s) personalizzate, sia in moto accoppiato sia in posizione assoluta.

Ciò consente a XTS di eseguire simultaneamente diversi task, svincolando i tempi di ciclo tipici delle varie operazioni seriali effettuate su una stessa linea. Sono queste, in sostanza, le caratteristiche che hanno reso XTS il primo sistema di azionamento lineare integrato al mondo, capace di offrire tutti i tipici vantaggi in ottica 4.0. Il sistema di trasporto lineare XTS è la soluzione innovativa che consente di operare a velocità elevata: il dispositivo è infatti progettato per trasportare, assemblare, afferrare, accumulare, lavorare ed etichettare materiali e prodotti. Nei segmenti rettilinei, per esempio, la velocità può aumentare mentre può ridursi in prossimità del lettore RFID, in modo che l’etichetta possa essere letta correttamente.

Nel caso in cui un pezzo debba essere nuovamente processato in una stazione produttiva, il trasportatore può riportarlo indietro in tempo reale. Le potenzialità del ‘sistema’ Beckhoff, costituito dall’insieme delle funzionalità di programmazione, comunicazione e controllo basate su architettura PC, consentono infatti a una qualsiasi macchina di agire quale linea ‘smart’ secondo la visione tipica di Industry 4.0, soddisfacendo a qualsiasi esigenza produttiva grazie a caratteristiche di comunicazione, flessibilità e intelligenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here