Il futuro dell’ingranaggio all’International Gear Conference

International gear conference

A quattro anni di distanza dalla precedente edizione del 2014, il professor Velex ha aperto stamane i lavori dell’International Gear Conference: soddisfatto per la partecipazione di più di 300 delegati e per le più di 140 presentazioni scientifiche in programma, ha sottolineato la capacità degli ingranaggi di chiamare a raccolta e di unire la comunità scientifica internazionale. Ha poi ceduto la parola al Preside dell’Università, che ha illustrato i programmi di studio nell’ambito dell’ingegneria meccanica: è stato un passaggio importante, perché la formazione accademica è il presupposto indispensabile per dare continuità e prospettiva alla ricerca scientifica.

Ingranaggi in plastica, tribodinamica e progettazione integrata tra i principali focus dell’International Gear Conference

Il Convegno è poi entrato nel vivo, con la prima mezza giornata dedicata alle presentazioni della sessione plenaria, che hanno il compito di mettere in luce i principali trend nella ricerca e nell’industria. L’intervento del professor Kahraman, dell’Ohio State University, sul tema della modellazione tribodinamica, ha sottolineato l’importanza di simulare l’ingranamento degli ingranaggi utilizzando modelli integrati, in grado di tenere conto al contempo delle proprietà dinamiche e delle condizioni tribologiche del contatto elastoidrodinamico. Gli ingranaggi in plastica sono stati al centro dell’intervento del professor Stahl, dell’FZG di Monaco: il prof. Stahl è convinto che i tecnopolimeri saranno sempre più utilizzati nella trasmissione di potenza e ne ha illustrato le principali prerogative e potenzialità. Tuttavia ha messo in evidenza come la nostra conoscenza delle prestazioni degli ingranaggi in plastica sia ancora ben lontana da quella degli ingranaggi metallici, anche perché i fenomeni coinvolti sono più complessi e influenzati da un numero maggiore di variabili: per questo motivo ha invitato i colleghi ad intensificare le ricerche in questo campo. L’ultimo intervento plenario, del professor Qin dell’università di Chongqing, ha mostrato come la progettazione integrata del sistema motoriduttore sia la chiave di volta per ottimizzarne le prestazioni.

Gli ingranaggi in plastica sono stati al centro dell’intervento del professor Stahl, dell’FZG di Monaco:

Ed è solo l’inizio perché gli ingranaggi… uniscono!

Il convegno prosegue dal pomeriggio con le relazioni scientifiche, suddivise in quattro sessioni parallele e si protrarrà fino al primo pomeriggio del 29 agosto. Meccanica News è presente all’evento, con il proposito di aggiornarsi sugli sviluppi della ricerca nel campo delle trasmissioni e di condividerli con i lettori nei prossimi numeri della rivista Organi di Trasmissione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here