Forare bene… per filettare meglio

Per testare le prestazioni dei propri maschi, standard o speciali, UFS effettua ogni giorno migliaia di prefori su piastre in materiali con caratteristiche anche molto diverse tra loro. L’adozione di una performante punta in metallo duro Mitsubishi Materials ha permesso di raggiungere una più elevata efficienza di processo, nonchè una maggiore produttività.

Un utensile “universale”

In 70 anni d’attività, trascorsi nello stesso settore degli utensili per filettare, UFS di Sparone (TO) è stata in grado di adeguare le proprie risorse alle necessità del mercato, con trasformazioni tecniche, produttive e organizzative che l’hanno portata a confrontarsi con i maggiori competitor mondiali. Al passo con l’innovazione di processo, di prodotto e di servizio, l’officina ricopre oggi un ruolo di riferimento nazionale e internazionale nella progettazione, nella produzione e nella vendita di maschi per filettare. Un vasto catalogo suddiviso in tre linee di prodotto, destinate a soddisfare le esigenze delle più diverse applicazioni. Esigenze in continuo divenire, alle quali l’attività risponde con un intenso lavoro di ricerca e sviluppo effettuato dal preposto UFS Technology, attrezzato laboratorio prospiciente all’unità produttiva, destinato ai controlli dei processi metallografici e dei rivestimenti, alle prove di funzionamento e di vita degli utensili.

Attrezzature, macchine utensili, strumentazioni e personale altamente qualificato – commenta l’amministratore delegato, Graziano Dogliettone fanno un’unità strategica per l’evoluzione dei nostri prodotti. Il laboratorio ha infatti il compito di verificare il mantenimento dei parametri, funzionali e prestazionali, riportati nel catalogo tecnico, e l’evoluzione della qualità delle tre linee di prodotto commercializzate. Inoltre, sulle esecuzioni speciali, il reparto esegue prove di conformità secondo le singole specifiche del cliente”.

Ed è proprio presso questo centro che UFS utilizza utensili di foratura forniti da MMC Italia, filiale della divisione Metalworking Solutions del colosso giapponese Mitsubishi Materials Corporation.

Ogni giorno – sottolinea Doglietto – testiamo i nostri utensili su piastre di materiali anche molto diversi tra loro. Piastre che prima di essere maschiate devono essere preforate. L’adozione delle punte in metallo duro MPS1 ha portato importanti benefici non solo in termini prestazionali, ma anche di ottimizzazione utensili e loro gestione, vista la grande versatilità e flessibilità che sono in grado di garantire”.

L’impiego di queste performanti punte è stato progressivo, previa un’iniziale e accurata fase di test atta a verificarne la bontà e valutarne l’efficacia in base alle singole specifiche. Un proficuo affiancamento che ha visto impegnato in prima persona il tecnico-commerciale MMC Italia, Roberto Rosa, dapprima raccogliendo tutti i requisiti e le necessità, per poi trasformarle in una proposta che fosse in grado di apportare significativi benefici per il cliente.

«L’obiettivo – spiega Rosaè stato quello di individuare un prodotto capace di lavorare diversi materiali, assicurando una maggiore durata dello stesso, unitamente a un’ottimizzazione del numero di utensili impiegati».

Prerogativa della stessa MMC Italia è infatti, da sempre, quella di proporsi in veste di partner, fornendo, su scala globale, un servizio esclusivo di artigianato personalizzato.
«Le specifiche tecniche delle punte MPS1 – rileva Rosahanno pienamente soddisfatto le necessità del cliente, portando a una graduale sostituzione del parco attrezzature con l’integrazione di una sola tipologia di utensile nei diversi diametri».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here