Elementi normalizzati: mercato, trend tecnologici, nuovi scenari

Siamo tornati a distanza di qualche tempo a intervistare costruttori e distributori di un comparto, quello degli elementi normalizzati per stampi, che ha sostanzialmente confermato le aspettative. L’anno in corso si sta chiudendo abbastanza positivamente, con discrete prospettive per il futuro. Un cauto ottimismo dettato soprattutto dalle incertezze che interessano oggi da vicino il comparto automotive, decisivo traino di crescita in questi ultimi anni.

Il polso del mercato

Il 2018 sta ormai volgendo al termine. Un anno che ha visto l’Italia protagonista su più fronti, alle prese anche con alcuni importanti cambiamenti (a partire dall’insediamento del nuovo governo) ed eventi, che non sempre hanno agito da utile volano e da motore per una crescita generalizzata e trasversale. E infatti è mancata ancora per alcuni comparti (come quello delle costruzioni e dell’edilizia in generale), una svolta ormai attesa da troppo tempo. Altri settori hanno invece consolidato e proseguito il loro trend di crescita, trainati senza dubbio in modo diretto o indiretto anche dai benefici fiscali e dalle opportunità offerte dall’Industria 4.0. Un clima decisamente più positivo che coinvolge anche costruttori e distributori di elementi normalizzati per stampi, che siamo tornati a intervistare a distanza di un anno. L’obiettivo, senza la pretesa di essere esaustivi e analitici, è ancora una volta quello di cercare di fare il punto sul mercato, sui nuovi scenari che potrebbero caratterizzare il 2019, nonché capire eventuali evoluzioni tecnologiche e di prodotto. Riflessioni mirate e articolate anche sul settore-cliente, dalle quali emerge un quadro significativo e abbastanza rappresentativo del panorama italiano.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here