Pianificare con la matrice SWOT

Pianificare strategicamente gli obiettivi di un’organizzazione è qualcosa che è diventato necessario e doveroso in ogni singola azienda, piccola o grande che essa sia. Spesso ci si affida a strumenti complessi i quali, se da un lato tengono in considerazione ogni singolo aspetto da pianificare, dall’altro creano vincoli che in un certo modo possono rallentare o, addirittura, richiedere un numero di risorse non sempre disponibili. L’analisi SWOT è un utile quanto semplice strumento che permette di superare tali limiti, indipendentemente dalla dimensione aziendale.

SWOT Analysis in breve

Uno strumento analitico semplice che consente una pianificazione delle proprie attività attraverso una analisi preliminare è la matrice SWOT. Il nome deriva dall’inglese Strength, Weakness, Opportunity, Threat. Questo metodo viene spesso impiegato anche nelle moderne organizzazioni al fine di valutare quali siano i punti forza e le debolezze nonché le opportunità e le minacce ai quali un progetto, un business o, più semplicemente, un’attività che una società deve portare avanti.

È uno strumento rapido e agevole che viene presentato sottoforma di una matrice a quattro quadranti; ogni quadrante permette infatti di focalizzare il tema da affrontare. Generalmente, i punti di forza e di debolezza riguardano l’analisi dell’ambiente interno; mentre, le opportunità e le minacce si indirizzano sull’ambiente esterno. I primi due considerano quindi gli elementi che possono aiutare o meno una azienda al raggiungimento del target prefissato. Le opportunità invece dovrebbero essere elementi da implementare in maniera tale che possano divenire dei punti di forza; mentre, le minacce sono tese ad individuare elementi esterni che possono in un certo qual modo influire negativamente sull’obiettivo. Gli elementi che fanno capo all’ambiente esterno possono poi essere supportati e arricchiti con ulteriori tipologie di analisi.

Operativamente, una volta definiti gli obiettivi si procede attraverso una fotografia dello stato attuale dell’arte per poi valutare le strategie attualmente in atto e passare, successivamente all’analisi effettuata, a una pianificazione in maniera corretta delle strategie e delle azioni da perseguire per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Pertanto, stabilito un obiettivo da raggiungere, si rende necessario lavorare sugli elementi indicati nella matrice SWOT.

Per esempi applicativi e scoprire pro e contro dell’analisi SWOT richiedi l’articolo presente su Lamiera di Gennaio 2019

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here