Stampa in 3D e vinci: al via il Weerg 3D Printing Project Award 2019

Un premio per promuovere la cultura dell’innovazione e della sperimentazione nel campo del design manufacturing. Con questo obiettivo, Weerg, piattaforma made in Italy per lavorazioni CNC e 3D online, annuncia la 2° edizione del contestWeerg 3D Printing Project Award”. In palio un coupon del valore di 500 euro da spendere direttamente su weerg.com.

Ancora una volta Weerg mette a disposizione di designer, progettisti e creativi la più grande installazione italiana di stampanti 3D HP MJF 4210 per realizzare un oggetto iconico mediante fabbricazione additiva.

Nel 2018 il concorso è stata vinto da Alex Coppola, studente del corso di laurea in Product Design dell’Università La Sapienza, con una lampada di grande impatto che ha saputo dare risalto alle prestazioni delle stampanti HP implementate da Weerg.

Per questa nuova edizione, oltre al buono omaggio, la società offrirà al vincitore un’interessante occasione di visibilità. Infatti, il primo classificato sarà protagonista di un video professionale realizzato in italiano e in inglese che promuoverà le sue abilità di designer, grazie anche al tam tam sulle piattaforme social del marchio.

Dopo il successo riscosso lo scorso anno, abbiamo deciso di mettere nuovamente alla prova il nostro reparto produttivo, recentemente raddoppiato e potenziato, e di dare visibilità al talento più creativo nell’ambito del 3D Printing – spiega Matteo Rigamonti, ideatore e fondatore di Weerg . Il riconoscimento nasce per stimolare il potenziale e la voglia di innovare dei progettisti di domani che stanno iniziando a confrontarsi con le opportunità che contraddistinguono l’additive manufacturing. Inoltre, ci permetterà di spingere al massimo le performance delle stampanti HP, realizzando pezzi molto originali e sofisticati”.

I designer potranno candidare il proprio progetto fino al 14 aprile 2019, postandolo direttamente sulle pagine Facebook e Instagram di Weerg, mentre il vincitore verrà annunciato già il giorno successivo.

Weerg: cosa bolle in pentola?

Con una presenza diffusa attraverso corner esposti presso gli stand dei partner tecnologici, Weerg ha rinnovato a marzo la sua presenza a MECSPE per annunciare al mercato imminenti novità che, partendo dal reparto produttivo, si declineranno in servizi all’avanguardia per la clientela. Goal per il 2019: raddoppiare il fatturato e proseguire nell’espansione oltreconfine, con un export che ad oggi rappresenta già il 60% del giro d’affari.

Nell’effervescente cornice della gremita kermesse parmense, il dinamismo del team Weerg in cerca di nuove tecnologie è stato tangibile, a partire ancora una volta dal suo fondatore Rigamonti: “Qui mi sento come un bambino in un negozio di caramelle: mi vengono un sacco di voglie”. Espressione colorita in tipico stile “rigamontiano” che si tradurrà presto nel potenziamento della capacità produttiva e nell’implementazione di innovativi macchinari destinati a inedite finiture per il 3D e speciali lavorazioni per il CNC, come l’anodizzazione in nero e argento.

Tanti gli upgrade attualmente in progress presso il nuovo sito produttivo di Weerg a Gardigiano, a pieno regime da qualche settimane. A partire dal preventivatore online, che già ad oggi garantisce livelli di precisione senza eguali, ma che verrà a breve implementato con altre feature. Queste aiuteranno l’utente a sapere in tempo reale quali parti del pezzo da produrre costano di più, così da poter ottimizzare il progetto prima di passare all’ordine. Un software proprietario su cui Weerg sta lavorando da tempo, puntando su sistemi di autoapprendimento che affinano costantemente le quotazioni di volta in volta in base ai reali tempi richiesti dalle lavorazioni già effettuate.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here