Cicli non presidiati: il rabbocco automatico

Quando le lavorazioni sono non presidiate tante sono le possibili insidie, in grado di compromettere drasticamente il processo. Una delle più importanti riguarda il fluido da taglio che, come in ogni ciclo produttivo, deve essere rabboccato secondo necessità: ma se il processo è non presidiato? Diventa fondamentale disporre di un sistema di rabbocco automatico.

Come risposta al pressante problema del rabbocco in cicli non presidiati, RBM, azienda friulana da anni impegnata nel risolvere problematiche tecniche legate alla gestione del truciolo e del fluido da taglio, ha recentemente concluso con successo le prime installazioni del sistema di rabbocco automatico indipendente, direttamente a bordo macchina: è il RA-IN.

Lo sviluppo di RA-IN nasce da un’attenta analisi delle esigenze della produzione che ha evidenziato  la necessità di ripristinare il corretto livello di refrigerante nelle vasche delle macchine utensili: questa è ritenuta di importanza strategica per poter lavorare su più turni non presidiati.

Come tutte le soluzioni RBM, anche il rabbocco automatico nasce dall’ascolto delle necessità operative dell’officina, e vuole quindi dare una risposta concreta alle esigenze di una moderna organizzazione produttiva, che vuole assicurarsi un vantaggio competitivo.

RA-IN: le caratteristiche tecniche

 Per lavorare su turni non presidiati in assoluta tranquillità, RA-IN, ingegnerizzato e prodotto da RBM presenta le seguenti caratteristiche:

  • Alimentazione elettrica a 24 V DC, in modo da collegarsi direttamente al quadro di qualsiasi macchina utensile
  • Alimentazione pneumatica derivata da quella che normalmente alimenta la macchina utensile
  • PLC interno di gestione delle soglie di rabbocco che possono essere Impostate direttamente dall’operatore, agendo sui parametri previsti.
  • Tempo massimo di rabbocco, impostabile dall’operatore, per impedire che un eventuale guasto di natura elettrica possa determinare una tracimazione del fluido.
  • Valvola pneumatica di apertura afflusso del fluido normalmente chiusa: in mancanza d’aria compressa o alimentazione elettrica, il rabbocco non avviene.
  • Trasduttore di livello a lettura completa del fluido presente in vasca, privo di galleggianti o sensori da regolare, e insensibile alla presenza di sporco in vasca.

Il sistema di rabbocco automatico per cicli non presidiati di RBM ha una scatola di contenimento molto compatta, per rispondere alle moderne esigenze di spazio, ed è facilmente ancorabile alla macchina utensile. Il settaggio e/o la modifica dei parametri impostati è assolutamente sicura dato che la scatola è agibile solo al personale preposto.

Su richiesta, in maniera personalizzata, è possibile gestire una soglia di allarme verso la macchina utensile per bloccare il processo di lavorazione, nel caso di anomalie nella vasca del refrigerante.

Gli artefici

La realizzazione del sistema di Rabbocco Automatico Indipendente RA-IN è stata possibile grazie alla passione e alle competenze raggiunte dal team RBM che, con tenacia, studia soluzioni innovative per rendere efficiente ogni lavorazione. RBM persegue la profittabilità del processo sia con progetti standard che speciali, su specifiche esigenze

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here