Risolvere le problematiche della filettatura con Dormer Pramet

La maschiatura è una delle applicazioni più diffuse e problematiche.

I filetti vengono di solito eseguiti nella parte finale dei processi di fabbricazione e quindi è responsabilità dell’operatore assicurarsi che il processo avvenga in sicurezza e sia finito correttamente. La qualità e la tolleranza del filetto devono essere costanti in modo da garantire un’adeguata vita utensile, preferibilmente senza interruzioni.

I consigli dell’esperto

Johan Bodin, product manager per la filettatura di Dormer Pramet, risponde a una serie di domande sul vasto programma di questa lavorazione, sulle sfide che gli operatori devono affrontare e le varie opzioni disponibili per gli utilizzatori.

Quali sono le differenze di progettazione dei maschi?

«Ci sono diversi tipi di maschi, fra cui il più usato è sicuramente quello a elica diritta. Questo tipo è adatto alla filettatura sia per fori ciechi che per fori passanti su diversi materiali, specialmente acciaio e ghisa. I maschi con l’imbocco corretto sono consigliati per filettare fori passanti essendo caratterizzati da uno scarico diritto e poco profondo con un imbocco progettato per dirigere il truciolo verso l’esterno. I maschi con scarico a spirale hanno la peculiarità di spingere il truciolo verso l’esterno fuori dal foro in senso contrario, lontano dal pezzo in lavoro quindi, sono in primo luogo usati per filettare fori ciechi. Tipi meno comuni ma non per questo meno importanti nel nostro programma di filettatura sono i maschi a rullare e le frese a filettare».

Quali sono le differenze dei materiali di base nei maschi della vostra offerta?

«La nostra vasta gamma di maschi e filiere in acciaio super rapido (HSS) copre una larga fascia di applicazioni per impiego a mano o a macchina. Tutte le più comuni forme di filetti sono disponibili sia con scarico diritto con imbocco corretto e scarico a spirale. Inoltre, il nostro ormai famoso programma Shark Line di maschi per materiali specifici è ottenuto dalla metallurgia di polveri di cobalto e acciaio (HSS-E-PM). Ci sono geometrie ottimizzate per elevato rendimento nella filettatura di acciai inossidabili, acciai comuni, ghise e materiali non-ferrosi. I maschi in metallo duro integrale danno il più elevato tasso di produttività su materiali abrasivi e duri fino a 63 HRC. La loro particolare geometria conferisce elevata stabilità, riduce rischi di rottura del maschio e garantisce un’ottima sicurezza di processo. Disponibili in una varietà di tipi anche a elica diritta, elica a spirale e a rullare, opzione con passaggio refrigerante interno per un ottimo scarico del truciolo nella filettatura di materiali a truciolo corto».

Che cosa sono i maschi a rullare?

«I maschi a rullare producono un filetto per deformazione del materiale invece che per la consueta azione di taglio. Questo significa che non viene prodotto truciolo, il filetto ottenuto sarà più robusto. Sono anche conosciuti come maschi di formatura o maschi senza scarico, lo stesso tipo può essere impiegato per filettare fori ciechi e fori passanti in molti tipi di materiale, compreso acciaio fino a 1200 N/mm². Sono quindi considerati prodotti estremamente versatili. Un importante vantaggio dei maschi a rullare è che la loro geometria estremamente stabile minimizza il rischio di rotture e aumenta la precisione dimensionale. Queste caratteristiche sono richieste in applicazioni critiche dove siano importanti l’affidabilità e il rispetto delle tolleranze. Il tipo di imbocco determina la profondità di filettatura e il tipo di lavorazione. Maschi a rullare con imbocco standard di forma C, sono universali e arrivano quasi al fondo del filetto. Un imbocco di forma E ha 1.5-2 spire, è quindi impiegabile per la massima profondità della filettatura richiesta completando fino in fondo il filetto. Maschi a rullare con fori per passaggio refrigerante, con uscite radiali e anelli paraolio incrementano ulteriormente la sicurezza di processo e la vita utensile. Il refrigerante viene rilasciato esattamente nel punto dove le forze e la frizione sono superiori».

Perché le frese per filettare sono parte del programma dei maschi?

«Le frese per filettare sono classificate nel nostro programma di maschi in quanto producono filettature altamente precise, su diametri più grandi come opzione su macchine CNC. La gamma di Dormer Pramet copre le filettature M, MF, UNC, UNF, G & NPT. Viene garantito un elevato livello di sicurezza, stabilità e finitura superficiale. Estremamente versatili, la stessa fresa può essere impiegata praticamente in tutti I tipi di materiale compresi gli acciai trattati, gli acciai inossidabili e leghe di difficile lavorabilità».

Per ulteriori informazioni sul programma estensivo di filettatura di Dormer Pramet è possibile visitare il sito www.dormerpramet.com/en-gb/products/threading/taps-and-dies o contattare l’ufficio vendite locale.

di Francesco Lotta

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here