Manutenzione degli impianti in tutta sicurezza

manutenzione in sicurezza

Le operazioni di manutenzione e riparazione generano due problemi. Il primo è la necessità di accedere a zone normalmente definite pericolose per l’operatore o di difficile accesso. È responsabilità del produttore del macchinario fornire istruzioni per operare correttamente sul proprio prodotto.

Cenni sulla manutenzione degli impianti

Esistono varie tipologie di interventi ringuardanti la manutenzione che è possibile eseguire su un impianto. Con il termine generale di “manutenzione” s’intende: “Combinazione di tutte le azioni tecniche, amministrative e gestionali, durante il ciclo di vita di un’entità, destinate a mantenere o a riportarla in uno stato in cui possa eseguire la funzione richiesta”. Essa può declinarsi in vari aspetti:

Ordinaria

Si intende la tipologia di operazioni effettuate durante il ciclo di vita, atte a mantenere o ripristinare lo stato di integrità, efficienza, vita utile e le caratteristiche funzionali originarie del bene, generalmente a seguito di rilevazione di guasti, attuazione di politiche manutentive e per ottimizzare la disponibilità del bene e migliorarne l’efficienza senza modificarne le caratteristiche originarie, né modificarne la struttura essenziale e la sua destinazione d’uso. I costi della manutenzione ordinaria normalmente sono prevedibili e pianificabili.

Straordinaria

Con tale definizione si intendono gli interventi non ricorrenti e d’elevato costo, in confronto al valore di rimpiazzo del bene e ai costi annuali di manutenzione ordinaria dello stesso. Tali interventi possono prolungare la vita utile, migliorarne l’efficienza, l’affidabilità, la produttività, la manutenibilità e l’ispezionabilità ma non ne modificano le caratteristiche originarie (dati di targa, dimensionamento, valori costruttivi, ecc.) e la struttura essenziale e non comportano variazioni di destinazioni d’uso del bene né il suo valore patrimoniale (cfr. UNI 10147:2013 p.7.4).

A guasto o correttiva

Operazione eseguita a seguito della rilevazione di un’avaria e volta a riportare un macchinario in uno stato in cui possa eseguire una funzione richiesta (cfr. UNI EN 13306:2018 p. 7.9)

La manutenzione con dispositivi di sicurezza neutralizzati

Sovente l’intervenire su un impianto comporta che debbano essere disattivati tutti i dispositivi atti a garantire la sicurezza degli operatori. Come garantire la sicurezza in questi casi?

Per ulteriori dettagli leggi l’articolo completo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here