Le piccole organizzazioni lavorano tanto e bene, spesso pianificano i propri obiettivi e li raggiungono con successo, ma di frequente non hanno l’abitudine di misurarsi con regolarità per comprendere se stanno procedendo verso la direzione corretta e se possono migliorare, innalzare o correggere i traguardi che si sono dati. Come monitorare quindi le performance aziendali in modo da garantire continuità nei risultati?

Pochi e semplici indicatori per avere tutto sotto controllo

Il problema di fondo ruota attorno al fatto che non esiste una situazione radicata e sistematica all’interno di molte piccole aziende che induce all’abitudine di monitorare l’andamento di determinate performance con costanza e frequenza. Le aziende moderne e attrezzate, che hanno sostenuto anche investimenti strutturali e in beni strumentali importanti dovrebbero avere l’abitudine di produrre una reportistica strutturata al fine di comprendere, attraverso degli indicatori, come stanno operando. Si tratta di capire, specie per una piccolissima organizzazione, quali elementi si vogliono tenere sotto controllo e cercare alcuni riferimenti che possono essere comparabili nella maniera più omogenea possibile e con costante frequenza nel tempo per aumentarne la performance. Tutto questo dovrà essere messo in opera in maniera tale da porre degli elementi tangibili che possano essere di ausilio a coloro che devono effettuare delle scelte, anche solamente su determinate tematiche aziendali. Gli indicatori pertanto devono aiutare soprattutto chi ha già un’esperienza pluriennale, al fine di poter approvare o confutare le “sensazioni” di chi ha funzioni di governance all’interno di una piccola azienda.

Per scoprire come monitorare le performance aziendali richiedi l’articolo completo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here