Dropsa, lubrificazione automatica nel processo di tornitura

Il processo di tornitura consiste in una lavorazione per asportazione da truciolo in cui il pezzo viene fissato a un mandrino e posto in rotazione, mentre l’utensile da taglio si muove lungo il pezzo per dargli la forma desiderata.

Il macchinario da sempre utilizzato è il tornio, che oggi viene sempre più spesso sostituito dalla sua evoluzione, rappresentata da soluzioni che possono essere definite dei veri e propri centri di lavoro.

La tecnologia Dropsa a supporto della tornitura

Dropsa progetta sistemi per la lubrificazione automatica dei componenti presenti nei macchinari impiegati nel processo di tornitura, quali elettromandrino, viti a ricircolo di sfere, pattini e guide di scorrimento.

L’elettromandrino ruota a velocità elevate, generando un forte surriscaldamento tra le parti che entrano in contatto. Per questo è necessario un sistema in grado di fornire un flusso continuo di miscela aria-olio per lubrificare e allo stesso tempo raffreddare le superfici, in modo da prevenire l’usura ed evitare il surriscaldamento che metterebbe a repentaglio l’intero processo. Per le viti a ricircolo di sfere è necessario un sistema con valvole che forniscono una precisa quantità di olio direttamente sul punto, mentre per i pattini e le guide di scorrimento, dovendo supportare un carico maggiore, serve una lubrificazione a grasso, che ha una consistenza maggiore e permette il movimento del pezzo durante la lavorazione favorendo lo scorrimento. Le diverse tipologie di lubrificazione sono progettate da Dropsa a seconda delle funzioni dei componenti, e sono fondamentali per garantire costantemente la massima operatività del macchinario al fine di assicurare un’ottimale riuscita del processo di tornitura.