igus potenzia la stampa 3D

igus ha potenziato le proprie capacità di stampa 3D con nuove stampanti SLS negli Stati Uniti e, grazie a un impianto dedicato, anche in Cina. Il gruppo riesce quindi, ora, a consegnare prototipi, piccole serie e componenti speciali in modo ancora più rapido. Anche la casa madre di Colonia continua a incrementare le proprie capacità produttive con l’aggiunta di nuovi macchinari. I componenti stampati possono essere, così, consegnati in pochi giorni. I vantaggi in termini di costi sono evidenti: la consegna rapida di pezzi di ricambio consente la riduzione dei tempi di fermo macchina. Ancora, potendo procurare prototipi funzionali più rapidamente, è possibile risparmiare sui costi di sviluppo. La possibilità di contare su una produzione locale, inoltre, consente la riduzione dei costi di consegna.

L’anno scorso igus aveva consegnato 120 mila componenti realizzati tramite produzione additiva. Ora l’azienda sta continuando a impegnarsi per aumentare le proprie capacità per produrre di più e aggiungere al proprio servizio di stampa 3D nuove funzioni come l’analisi dello spessore delle pareti e del sottoquadro. L’obiettivo è di permettere ai clienti di procurarsi con facilità e velocemente, in tutto il mondo, componenti speciali esenti da lubrificazione e manutenzione.

Le aziende che operano su scala globale, avvalendosi da team di progettazione spesso dislocati in vari Paesi, si trovano sempre più ad affrontare difficoltà di tipo logistico quando si tratta di reperire rapidamente componenti identici (omogenei) realizzati tramite produzione additiva. Con il servizio di stampa 3D di igus, i costruttori possono ordinare, testare e utilizzare gli stessi componenti esenti da lubrificazione e da manutenzione, ovunque e senza preoccuparsi per la questione dei tempi di consegna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here