Ridurre il materiale di scarto nel taglio laser

I ricercatori del Mit hanno ideato Fabricaide, uno strumento che lavora con i sistemi di progettazione 2D e 3D, fornendo feedback di progettazione in tempo reale e consentendo agli utenti di abbattere gli sprechi.

Il taglio laser è una parte essenziale di molti settori, dalla produzione di automobili alla costruzione, ma il processo non è sempre facile o efficiente e spesso produce sprechi di materiale, anche se eseguito da operatori esperti. A questo hanno pensato i ricercatori del Computer Science and Artificial Intelligence Lab (CSAIL) del MIT quando hanno progettato Fabricaide, uno strumento che lavora con i sistemi di progettazione 2D e 3D, offrendo riscontri in tempo reale su come usare il materiale, in modo da ridurre gli sprechi.

Fornendo riscontri sulla fattibilità di un progetto in fase di creazione, Fabricaide consente agli utenti di pianificare meglio i propri progetti in relazione ai materiali disponibili” afferma Ticha Sethapakdi, la dottoranda che ha guidato lo sviluppo del sistema insieme alla professoressa Stefanie Mueller.

Ridurre il materiale di scarto nel taglio laser
Courtesy dei ricercatori

 

Fabricaide ha un flusso di lavoro che, secondo il team, può ridurre notevolmente il ciclo di feedback tra progettazione e fabbricazione. Lo strumento conserva un archivio dei progetti realizzati, monitorando la quantità di materiale rimasta. Consente inoltre all’utente di assegnare più materiali a diverse parti del disegno da tagliare, così da semplificare il processo per i progetti multi-materiale.

Un altro elemento interessante di Fabricaide è un algoritmo di imballaggio 2D personalizzato in grado di disporre le parti sui fogli in modo ottimale ed efficiente, in tempo reale. Mentre l’utente crea il proprio progetto, lo strumento ottimizza il posizionamento delle parti su fogli esistenti e fornisce avvisi in caso di materiale insufficiente, suggerendo dei sostituti (per esempio, utilizzando acrilico giallo di 1 millimetro di spessore invece di acrilico rosso di 1 mm). Fabricaide funge da interfaccia che si integra con gli strumenti di progettazione esistenti ed è compatibile con software CAD 2D e 3D come AutoCAD, SolidWorks e Adobe Illustrator.

In futuro il team spera di incorporare altre proprietà dei materiali, per esempio la forza e la flessibilità. Fabricaide potrebbe infine essere impiegato in marketplace condivisi: un utente potrebbe infatti vedere che 10 persone stanno cercando di usare un particolare materiale e quindi scegliere un materiale diverso per preservare le risorse.

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here