Più spazio al servizio delle trasmissioni e dell’aeraulica

Vista della nuova sede di Vip Air Empowerment a Senago (MI)

Dinamica e flessibile, Vip Air Empowerment svolge oggi la propria attività in una nuova e più ampia sede produttiva. Un’efficiente struttura pensata per ottimizzare i processi di sviluppo di nuovi prodotti: fra questi, il sensore di vibrazione EM46-SN per la misura sui tre assi

Il prodotto realizzato da Vip Air Empowerment è la sintesi di esperienza, qualità e affidabilità. Prerogative che connotano, nel costante confronto coi propri clienti, nell’innata propensione alla sperimentazione, nella capacità di capire e trovare soluzioni “su misura”, la chiara predisposizione dell’azienda nel riuscire a dare forma a una gamma di articoli in continuo ampliamento. Stiamo infatti parlando di una realtà che ha saputo consolidare quasi quarant’anni di esperienza e un’impostazione manageriale incentrata su un modello operativo in grado di soddisfare sia le esigenze delle piccole medie imprese, sia delle più strutturate realtà multinazionali. Un’evoluzione che oggi beneficia anche dei nuovi e più ampi spazi della nuova unità produttiva di Senago (MI).

«La nuova sede – spiega il titolare e amministratore delegato, Fausto Fasolini – sorge su quasi 10.000 mq totali, di cui poco più della metà coperti, dove abbiamo riorganizzato i nostri reparti, prima suddivisi in tre diversi stabilimenti. Un trasferimento resosi necessario per soddisfare ancora meglio le aumentate esigenze produttive, a compimento di un lungo percorso fatto di investimenti in nuove tecnologie effettuati in questi ultimi anni»

Vip Air Empowerment ha ampliato costantemente la propria proposta di prodotto, specializzata nella costruzione di motori elettrici, ventole assiali e ventilatori; si è poi evoluta grazie all’acquisizione di una realtà specializzata nella progettazione e nella realizzazione di drive per il comando di motori elettrici, sia asincroni che brushless, e attiva nel campo dell’elettronica in genere. Un connubio meccatronico che permette lo sviluppo di soluzioni ad alto valore aggiunto per l’aeraulica applicata e per le trasmissioni, costantemente in evoluzione con esigenze sempre più orientate al rispetto del risparmio energetico e di livelli di rumorosità sempre più contenuti.

Massima efficienza per prodotti standard e custom

Negli oltre 5.000 mq coperti della nuova sede, gli spazi produttivi e logistici sono stati studiati e realizzati allo scopo di fornire la massima efficienza, in ragione degli obbiettivi definiti nella mission stessa dell’azienda.

«Un layout – aggiunge Fasolini – pensato per massimizzare l’esperienza acquisita in oltre 30 anni di attività, calibrato su dinamiche operative fortemente orientate alla flessibilità e alla rapidità di risposta che oggi dobbiamo garantire al mercato con prodotti standard e customizzati».

L’esigenza di realizzare in modo efficiente prodotti standard e, al tempo stesso, versioni degli stessi di volta in volta personalizzati su precise specifiche, ha determinato la scelta di sistemi produttivi dinamici ed efficaci, con capacità di cambi di produzione rapidi, che oggi trovano nella nuova collocazione la loro massima espressione.

I soci di Vip Air Empowerment. Andrea (1° da sinistra), Renato (2° da sinistra) e Fausto Fasolini (1° da destra), insieme con il general manager, ing. Massimiliano Mocchetti (2° da destra)

«Chiave dal punto di vista operativo – prosegue Fasolini – il nostro reparto di carpenteria, dove si realizza il “vestito” di tutti i nostri prodotti, e non solo, grazie a un parco macchine ben articolato. Una sorta di micro-azienda nell’azienda dotata di un nuovo impianto di taglio laser a fibra con magazzino automatico di carico/scarico, di ben 6 presse oleodinamiche per stampaggio fino a 500 ton, di alcune presse piegatrici, di calandre e alcuni robot di saldatura. In particolare, con le nostre presse stampiamo tutti i nostri componenti aeraulici, tra cui i convogliatori per i nostri ventilatori da 200 a 1.600 mm di diametro, con formati fino a 2.000 x 2.000 mm».

Dalla materia prima al prodotto finito, passando per l’R&S

Altrettanto importanti nella nuova sede sono anche: il nuovo magazzino di stoccaggio delle materie prime, dei semilavorati e di motori elettrici; il reparto di montaggio suddiviso in tre macro aree (giranti, motore elettrico e ventilatori). A garantire operatività ed efficienza di processo è un qualificato staff composto da una quarantina di persone.

«Una parte di queste – specifica Fasolini – sono rimaste nel laboratorio di R&S che abbiamo mantenuto, per il momento, a Paderno Dugnano, a qualche centinaio di metri di distanza».

Date le dimensioni compatte, l’uso del sensore EM46-SN è molto efficace sul supporto del cuscinetto di pompe e motori e sulle trasmissioni, in genere

Fiore all’occhiello di Vip Air Empowerment, nel laboratorio di R&S (divenuto nel tempo uno dei più importanti sul territorio per test aeraulici secondo norme Amca, test in nebbia salina per i test di resistenza alla corrosione dei materiali, test di rumore, test in camera climatica), si possono svolgere test su apparecchi, verificarne il funzionamento ed eventualmente implementarne le performance attraverso nuove soluzioni.

«La nuova sede – conclude Fasolini – rappresenta un ulteriore elemento attraverso il quale cercheremo di differenziarci ancor meglio sul mercato, senza discostarci dalla nostra mission di continuare a fare innovazione per mettere a disposizione dei nostri clienti, in ambito nazionale e internazionale, soluzioni che permettano loro di raggiungere i più elevati livelli di competitività».

Un sensore di vibrazione per la misura sui tre assi
EM46-SN è un dispositivo applicabile su qualsiasi sistema del quale se ne vogliano misurare e controllare le vibrazioni sui tre assi. Completo di un microcontrollore integrato, questo sensore è programmabile, e quindi in grado di eseguire in autonomia calcoli e algoritmi (FFT, Filtri), di analizzare le vibrazioni registrate sia nel dominio del tempo che delle frequenze e gestire, di conseguenza, in modo intelligente, l’uscita di allarme, con la possibilità di comandare direttamente un relè (24 V/20 mA). Sebbene le tolleranze e le precisioni siano comparabili se non migliori a quelle tipiche da laboratorio, Vip Air Empowerment ha progettato questo dispositivo pensandolo per un uso continuativo in modo semplice e, soprattutto, competitivo nel prezzo.

Il sensore EM46-SN di Vip Air Empowerment, è applicabile a qualsiasi sistema del quale se ne vogliano misurare e controllare le vibrazioni sui tre assi

Le principali applicazioni, oltre all’installazione su ventilatori, spaziano dove sia necessario un controllo e un’analisi vibrazionale; le compatte dimensioni (18 x 40 mm), ne rendono molto efficace l’uso, per esempio, sul supporto del cuscinetto di pompe e motori e sulle trasmissioni in genere. Tramite l’interfaccia seriale RS485, il sensore è inoltre in grado di connettersi a un sistema di acquisizione dati esterno (Plc o Pc) e con esso comunicare tramite protocollo Modbus. La possibilità d’uso in un ampio range di temperatura operativa (-40°C e +110°C), l’involucro robusto in acciaio inox Aisi 316L, compatto ed ermetico, con interno resinato, unite alla funzione di autotest (che consente all’utente finale di verificarne, da remoto, il corretto funzionamento), sono prerogative che rendono questo sensore ideale per applicazioni con situazioni ambientali estreme. Due sono le versioni di connessione esterna: una con connettore femmina M12 a 5 poli, e una con cavo cablato da 2 m (personalizzabile).

 

 

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here