LAM, componentistica meccanica integrata di alta precisione

Uno stabilimento multi-reparto, specializzato nelle lavorazioni di fresatura e tornitura, al servizio dell’industria

La Meccanica di Precisione Lugli Amedeo nasce nel febbraio 1979. La sua passione per il lavoro e la ricerca costante della massima qualità sono fra i fattori determinanti che accompagnano la crescita delle commesse e il nome di Lugli, ormai diffuso nel comparto delle lavorazioni meccaniche di precisione. Dopo 40 anni, con la seconda generazione, Lugli Amedeo Meccanica diventa LAM Srl. Occupa 50 collaboratori su tre turni in uno stabilimento situato a Vigliano Biellese.

La capacità di innovarsi e la flessibilità costituiscono le armi vincenti che hanno permesso a LAM di affrontare i periodi meno facili e di pensare al futuro dell’azienda. La produzione è organizzata nei reparti di tornitura, fresatura, rettifica, controllo qualità e collaudo. LAM si rivolge a vari settori: Macchinari industriali, Robotica & Automazioni, Aeronautica, Medicale, Packaging, Imbottigliamento, Meccano Tessile, Meccatronica, Impiantistica di elettronica Industriale. La produzione è specializzata per serie di piccola-media dimensione e quantità. Il parco macchine CN è composto da torni, centri di lavoro, frese e rettifiche CN, con laboratorio interno di controllo qualità 3D. L’Azienda è certificata UNI ISO 9001:2015.

Consapevole che il cambio generazionale è sempre un momento importante per il futuro di ogni azienda, Amedeo Lugli ha dato fiducia ai figli Simone e Davide, al personale esperto e ai tecnici qualificati, convinto che solo così le basi del cambiamento possano poggiare su solide fondamenta e creare le premesse per l’innovazione e la condivisione di nuove competenze. Davide Lugli è il Direttore Commerciale ed Operativo dell’Azienda, mentre Simone Lugli – Ingegnere Meccanico – si occupa di rimodulare ed ammodernare i processi e i sistemi informativi aziendali.

Simone Lugli prende contatto con MecMatica ed approfondisce la conoscenza del software Metronomo.Net, una soluzione di gestione della produzione contenente tutti i moduli necessari per gestire il ciclo produttivo in modo preciso e affidabile.

Oggi la gestione delle commesse parte dall’ufficio per poi passare nei vari reparti produttivi dove vengono installate postazioni ‘touch’ di raccolta dati nelle varie isole produttive.

Viene aggiunto anche il monitoraggio in tempo reale delle macchine CN per sfruttare gli incentivi Impresa 4.0.

Davide Lugli, spiega: “Oggi possiamo dare risposte e risolvere problemi in modo più rapido rispetto al passato. Per restare competitivi è stato indispensabile adeguare i nostri sistemi produttivi ed informativi di pari passo alla crescita dell’impresa. Oggi il livello organizzativo aziendale, supportato dal nostro staff e dallo strumento Metronomo.Net, riveste infatti un ruolo importante nel dare risposte efficaci. LAM si è posta come obiettivo di eccellere sempre nelle lavorazioni meccaniche, fa parte della nostra storia e del nostro DNA familiare.

Nei programmi per il futuro c’è una nuova sede operativa, attualmente in fase inziale di costruzione: è un progetto importante per aumentare la capacità produttiva, ottimizzare logistica ed uffici e realizzare una sede accogliente e adeguata alla reputazione che LAM ha conquistato in 40 anni nel comparto della subfornitura in Italia e all’estero.”

Ancora Davide Lugli: “La professionalità è sempre la nostra migliore garanzia e rappresenta il concreto valore aggiunto che possiamo dare ai nostri stimati clienti. Qualità e miglioramento continuo sono infatti per la nostra azienda degli asset strategici che ci consentono di assecondare le richieste più esigenti nella fornitura di meccanica di precisione”.

LAM ha avviato da inizio 2018 un progetto formativo con l’obiettivo di far crescere al proprio interno tutto il proprio staff soprattutto le nuove leve.

“Eseguendo lavorazioni specialistiche, l’azienda punta molto sul personale, che è il vero cuore della nostra attività”, spiega Davide Lugli.

Quest’anno l’azienda ha intensificato l’attività di formazione. “Ci siamo sempre occupati di trasmettere conoscenze agli operatori, ma non in modo così organizzato come nel nuovo progetto, che vede organizzazione e responsabilità nelle mani di mio fratello Simone docente all’ITIS”, continua Davide Lugli. “Si tratta di una proposta ‘proattiva’ dell’azienda, che mette a disposizione risorse e strutture per tutti i dipendenti, al fine di migliorare le competenze di ogni figura, dal magazziniere a chi è impegnato nel taglio del materiale, dal programmatore a bordo macchina all’impiegato amministrativo. I corsi vengono tenuti sia internamente dai nostri specialisti, sia in strutture e con docenti esterni. Avere fiducia e coinvolgere i dipendenti finora ha pagato, visto che quasi tutti scelgono di restare a lungo con noi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here