Il Gruppo Schaeffler celebra l’anniversario: in movimento da 75 anni

Schaeffler celebra il suo 75esimo anniversario con una cerimonia digitale. Schaeffler in Italia si unisce alle celebrazioni del Gruppo Schaeffler e festeggia due importanti anniversari

Questa è una delle più grandi storie di successo “Made in Germany”: Schaeffler, fornitore globale automotive e industrial, ha celebrato il suo 75esimo anniversario. Il Dott. Wilhelm Schaeffler e suo fratello il Dott. e Ing. E.h. Georg Schaeffler posero le basi per l’azienda di oggi quando fondarono nel 1946 l’Industrie GmbH a Herzogenaurach. Questo segnò il punto di inizio per l’azienda in cui oggi lavorano più di 83.900 collaboratori in circa 200 sedi in più di 50 Paesi. Tre aziende in origine indipendenti, INA, LuK e FAG, si unirono per creare un leader tecnologico globale con un DNA di un’azienda familiare. Schaeffler celebra 75 anni di progresso, innovazione tecnologica e successo economico con una cerimonia digitale per tutti i collaboratori e per ospiti selezionati del settore e del Governo.

Spirito pionieristico, innovazioni e acquisizioni strategiche

Dal 1950 in poi, l’azienda crebbe rapidamente grazie al cuscinetto a rullini guidato da gabbia, una brillante invenzione del Dott. e Ing. E.h. Georg Schaeffler che rivoluzionò il movimento e la mobilità nei settori automotive e industrial.

Questa invenzione gettò le basi per il continuo successo globale dell’azienda, che iniziò la propria espansione con l’apertura di sedi in tutto il mondo, tra cui l’Italia, dove Schaeffler, allora INA, inaugurò la sua prima rappresentanza già nel 1961, celebrando quindi quest’anno una ricorrenza importante.

Nel 1965 i fratelli Schaeffler decisero di investire nella LuK Lamellen e nella Kupplungsbau GmbH a Bühl (Baden), ora sede della Divisione Automotive Technologies. L’azienda divenne un leader tecnologico con prodotti innovativi, come la frizione con molla a diaframma, il volano a doppia massa e una varietà di altri componenti del motore. Dal 1999, il marchio LuK è di completa proprietà di Schaeffler.

Nel 2001, Schaeffler acquisì la FAG Kugelfischer Georg Schäfer AG di Schweinfurt, rendendo Schaeffler il secondo più grande produttore al mondo di cuscinetti volventi. Seguì poi il successo della IPO, offerta pubblica iniziale, di Schaeffler AG nel 2015. Oggi i tre marchi di prodotto INA, LuK e FAG sono uniti sotto il brand aziendale Schaeffler.

“Lo spirito pionieristico di Schaeffler è sempre stato fondamentale per il successo dell’azienda. Anche durante i periodi difficili, l’azienda ha dimostrato una grande resilienza e una volontà costante di vedere i profondi cambiamenti come opportunità. Come azionisti, siamo assolutamente consapevoli che questo successo di diversi decenni, è dovuto principalmente ai nostri dediti collaboratori in tutto il mondo, così come ai nostri clienti e fornitori,” spiega Georg F. W. Schaeffler, azionista di Famiglia e Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Schaeffler AG.

Anche Schaeffler in Italia celebra due importanti anniversari

Alla cornice dell’importante traguardo raggiunto dal Gruppo Schaeffler che festeggia in questi giorni i 75 anni dalla sua fondazione, si aggiungono due significative ricorrenze italiane: il sessantesimo di Schaeffler in Italia e il venticinquesimo dello stabilimento Schaeffler Water Pump Bearing.

La storia del successo in Italia è iniziata con il primo ufficio INA aperto a Milano nel 1961. Tre anni dopo, l’azienda si sposta nell’attuale sede di Momo. La produzione dei cuscinetti volventi, prodotto di punta, parte nel 1967 nell’impianto di nuova costruzione. Nel 1996 venne inaugurato l’attuale stabilimento di produzione Schaeffler Water Pump Bearing Italia.

Da quel momento in avanti a Momo vengono realizzati cuscinetti pompa-acqua per l’industria automotive. Oltre allo stabilimento di produzione, Schaeffler in Italia è rappresentata da tutte e tre le Divisioni del Gruppo: Automotive Technologies, Automotive Aftermarket e Industrial.

La produzione dei cuscinetti volventi, prodotto di punta, parte nel 1967 nell’impianto di Momo

Schaeffler in Italia è un punto di riferimento ed un partner ricercato per la vasta offerta di componenti e sistemi e per lo sviluppo in partnership con i propri clienti di soluzioni tecnologiche all’avanguardia.

Racconto trasparente e scientifico della storia dell’azienda

In occasione del 75esimo anniversario del Gruppo Schaeffler, la Famiglia ha richiesto una ricerca sistematica sulla sua storia, intrinsecamente connessa al successo dell’azienda stessa. A tal fine, la Famiglia ha commissionato con successo questo lavoro al rinomato storico e Professor Gregor Schöllgen. Come parte delle celebrazioni per l’anniversario, Schaeffler ha presentato i risultati di questa ricerca, che copre anche il periodo anteriore alla fondazione dell’azienda nel 1946, ora pubblicati sulla rinnovata pagina del sito dedicata che mostra non solo la storia, ma anche le persone e le invenzioni tecnologiche che rappresenta (link alla pagina: www.schaeffler.com/history). L’ampia descrizione e analisi intitolata “Schaeffler. Biografia di una Famiglia e della sua Azienda” a cura del Prof. e Dott. Schöllgen, sarà pubblicata a dicembre.

Istituzione della Fondazione Schaeffler

In occasione del 75esimo anniversario di Schaeffler, Schaeffler AG e IHO Holding hanno istituito la Fondazione Schaeffler, così da evidenziare la responsabilità sociale del Gruppo Schaeffler e della sua Famiglia. La Fondazione Schaeffler avrà un capitale iniziale di fondazione di 3 milioni di euro, che sarà costituito in parti uguali da Schaeffler AG e IHO Holding. Questo capitale verrà aumentato ogni anno da ulteriori donazioni. Allo stesso tempo, saranno coinvolte attività esistenti, come la Fondazione Schaeffler FAG. La Fondazione opererà a livello globale e si concentrerà primariamente su tre aree focus: 1. Protezione del Clima e dell’Ambiente, 2. Ricerca e Scienza e, 3. Educazione, Qualificazione e Pari Opportunità.

Il Gruppo Schaeffler con la sua Roadmap 2025, si è chiaramente posizionato strategicamente con uno sguardo al futuro. Si focalizza con costanza sull’azienda, con le sue tre Divisioni, e sulla trasformazione in dieci basi clienti, così da rimanere in futuro il partner tecnologico di riferimento per i suoi clienti. Sostenibilità e digitalizzazione sono al centro, supportate da cinque aree focus riguardanti temi come le trasmissioni a basse emissioni di CO2 e le energie rinnovabili.

“Finché ci sarà il movimento, ci sarà Schaeffler. A Schaeffler innovazione, qualità, comprensione dei sistemi ed eccellenza di produzione si uniscono in un punto di forza comune. Con questa forza e il DNA di un’azienda familiare, siamo perfettamente preparati per il futuro,” dichiara Klaus Rosenfeld, CEO di Schaeffler AG.

Nel 1950, il Dott. e Ing. E.h. Georg Schaeffler registrò un brevetto per la sua idea: nei cuscinetti a rullini e nell’assemblaggio a gabbia, gli elementi volventi sono guidati da assi paralleli. Nel corso del 1950, il passo da prototipo a cuscinetto volvente pronto per la produzione in serie era stato intrapreso con successo. I cuscinetti a rullini sono utilizzati nel settore automotive, ma anche nell’ingegneria meccanica generale e nella costruzione di riduttori. Nella mobilità elettrica, i cuscinetti a rullini sono indispensabili per la funzionalità di numerose trasmissioni elettriche.

Lo stabilimento INA Rullini di Momo nei primi anni ’60 e ancora oggi sede di Schaeffler Italia e Schaeffler WBP Italia.