Emilia-Romagna, pioggia di finanziamenti

finanziamenti

Tante le iniziative in Emilia-Romagna: accanto alla versione “autunnale” di Start-ER e alle iniziative promosse dalle singole Camere di commercio provinciali, la Regione Emilia-Romagna ha stanziato oltre 6.5 milioni di euro di Fondi europei per l’istituzione della sezione speciale Emilia-Romagna del Fondo di Garanzia per le Pmi gestito dal Mise.

È il fondo Special-ER, che torna ad essere una preziosa opportunità per le imprese.

Reperire liquidità senza pastoie burocratiche

L’obiettivo è rendere possibile e più veloce per le aziende regionali il reperimento di liquidità per realizzare investimenti.
Con il Fondo di garanzia Special-ER per le piccole e medie imprese, sarà possibile ri-assicurare gli investimenti delle Pmi emiliano romagnole fino al 90% della quota garantita dai Consorzi Fidi, rendendo più facile l’accesso al credito da parte di aziende e professionisti.

Progetti di sviluppo aziendale

Possono accedere al Fondo le micro, piccole e medie imprese. Le operazioni finanziarie sostenute riguardano gli investimenti necessari per avviare progetti di sviluppo aziendale, come le fasi iniziali dell’attività, l’espansione e il rafforzamento della capacità produttiva nonché la competitività sul mercato, campagne di marketing, ingresso in nuovi mercati, realizzazione di nuovi prodotti, conseguimento di nuovi brevetti. Tutti gli investimenti devono essere riferiti a progetti avviati in Emilia-Romagna.

Interessante la dotazione finanziaria

Gli euro di dotazione finanziaria sono 6.672.873,40. Il finanziamento è erogato come fondo perduto con una proporzione del 90% dei costi ammissibili.

Scadenza: 31 dicembre 2023.

Per saperne di più: FONDOSTARTERCAMCOM

A cura di Simone Finotti