Ridurre gli errori d’interpolazione nelle macchine utensili

La richiesta di macchine utensili con prestazioni ad alta precisione trova risposta nei progressi delle viti a ricircolazione di sfere di NSK, la cui posizione è evidenziata nella foto dai contorni rossi

Gli errori di quadrante sulle macchine utensili durante l’interpolazione circolare sono molto comuni. Grazie a un’innovazione di NSK ora è possibile contenere gli effetti di questo fenomeno indesiderato.

L’interpolazione circolare è un’operazione di lavorazione meccanica molto diffusa, eseguita su macchine utensili quali centri di lavoro CNC, fresatrici e macchine per elettroerosione (EDM). Definita come movimento lungo un arco circolare, l’interpolazione circolare richiede il preciso coordinamento di due assi della macchina simultaneamente. Durante l’interpolazione circolare, può verificarsi un attrito anomalo quando la vite a ricircolazione di sfere inverte il senso di marcia, inducendo una deviazione del percorso previsto, un errore nella lavorazione. Questi errori di movimento, detti “errori d’interpolazione“, lasciano imperfezioni nell’ordine dei micron sulla superficie del pezzo, che si presentano sotto forma di striature o protrusioni indesiderate.

In settori come la costruzione di stampi e utensili o la lavorazione di componenti di precisione, le aziende richiedono livelli di precisione e finitura superficiali sempre più elevati, che si traducono nella necessità di migliori prestazioni nella movimentazione delle macchine utensili. La soluzione comune per questo problema è la compensazione via software del servocontrollo. Tuttavia, la variazione di attrito che si verifica quando la vite a ricircolazione di sfere inverte la direzione è difficile da prevedere e il software non può garantire una piena compensazione; pertanto, è necessario apportare miglioramenti significativi alla tecnologia delle viti a ricircolazione di sfere.

La soluzione

NSK ha colto la sfida sfruttando tecnologie proprietarie di controllo dell’attrito e di valutazione e misurazione ad alta precisione. I miglioramenti così ottenuti riducono drasticamente le variazioni di attrito che si verificano naturalmente nelle viti a ricircolazione di sfere quando viene invertita la direzione di marcia.

Utilizzando sulle macchine utensili le viti a ricircolazione di sfere di nuova tecnologia di NSK, gli utilizzatori potranno contare su una finitura di superficie di qualità superiore nella lavorazione di stampi, matrici e componenti ad alta precisione. Inoltre, questa tecnologia riduce i tempi dei processi secondari di lucidatura-brunitura e contribuisce al risparmio energetico. Qualsiasi macchina utensile destinata a lavorazioni di precisione che richiedono un posizionamento ad alta precisione trarrà beneficio da questa innovazione.