Marcatura laser, vedere per credere

Se fino ad una cinquantina di anni fa la necessità di marcare un manufatto o una materia prima era sentita solo da alcuni settori, quali l’aeronautico o il nucleare, oggi la marcatura, in particolare la marcatura tecnica, sta acquisendo sempre più importanza, tanto da diventare una parte integrante del processo produttivo. Concettualmente il significato della marcatura è andato evolvendosi: il semplice identificativo degli esordi si è arricchito di contenuti, spesso senza trascurare l’aspetto estetico, soprattutto quando si parla di beni destinati al largo consumo.

Perché è utile marcare?

Marcatura laser su una ruota dentata. Con l’incisione il raggio laser rimuove una parte del materiale di fondo producendo così un incavo.

Anche se non è un obbligo legislativo, marcare un prodotto è sinonimo di garanzia, con una duplice valenza, sia garanzia dalla contraffazione, tenendo presente che apportare un marchio su un prodotto contraffatto è reato, sia come garanzia nel senso comune del termine: il codice riportato su un bene identifica quando questo è stato prodotto e, se registrato, quando acquistato, ai fini del valore del certificato di garanzia. Alla garanzia si aggancia un ulteriore aspetto importante che è la responsabilità del costruttore, responsabilità che può essere sia civile che penale. La responsabilità del costruttore, nata con l’introduzione della garanzia di qualità, sancisce la responsabilità del costruttore per eventuali danni arrecati dal proprio prodotto, responsabilità che è scalabile lungo tutta la filiera produttiva fino ad individuare l’eventuale difettosità. Poiché in sede legale la documentazione cartacea ha un valore molto discusso, ciò che invece è incontrovertibile è la marcatura e tutte le informazioni in essa riportate.

Tecnologia d’elezione per marcare

Su tutti i processi di marcatura, quella che è oggi è considerata la “tecnologia industriale” per eccellenza, è la marcatura laser, ritenuta la tecnica che permette di marcare qualsiasi geometria, qualsiasi materiale, apponendo qualsiasi tipo di informazione sia necessario, mantenendo uno standard qualitativo elevato.

Ad oggi, il mercato considera la marcatura laser la miglior tecnologia sia dal punto di vista della qualità che della flessibilità.

Sotto la dicitura marcatura laser, in sé abbastanza generica, si identificano metodi e macchine diversi. Ovviamente la scelta del metodo più idoneo dipende dal materiale e dalle esigenze in termini di qualità del manufatto su cui si deve agire.

Per quanto riguarda le macchine, sono disponibili in diverse grandezze e classi di potenza, anche in questo caso per rispondere in maniera ottimale alle specifiche esigenze, garantendo, al contempo, semplicità, comodità e sicurezza di uso. Infatti, essendo il laser potenzialmente pericoloso, devono essere attuate, come minimo, tutte le garanzie imposte dal legislatore, tutelando quindi operatore ed ambiente, assicurando un utilizzo in fabbrica che non richieda di adottare ulteriori misure di protezione.

Per scoprire di più sulla marcatura laser, i relativi vantaggi e le potenzialità delle macchine di ultima generazione, puoi guardare il video che abbiamo realizzato direttamente presso un’azienda dell’hinterland milanese che ha fatto di questa tecnologia uno dei suoi business principali posizionandosi tra i più importanti player nel settore medicale e dei beni di lusso.