4 modi per proteggersi dal rumore

Dalla fabbrica alla vita privata, il rumore è ovunque. Le conseguenze vanno dalla perdita di produttività ai problemi di salute anche a lungo termine. Scopriamo come difenderci da questa insidia tanto diffusa quanto sottovalutata.

L’esposizione a lungo termine al rumore è un problema spesso poco considerato. Come mostrato dall’Agenzia Europea dell’Ambiente, il 20% della popolazione europea (più di 100 milioni di persone) è sottoposto ad elevati livelli di rumore ambientale.

L’inquinamento acustico provoca stress, irritabilità, disturbi del sonno, ed effetti deleteri a carico del sistema cardiovascolare e metabolico. Mentre la maggior parte dell’esposizione nella vita privata e durante le ore notturne è dovuta ai trasporti, nei luoghi di lavoro l’industria è senza dubbio il principale imputato.

Leggi anche L’approccio al problema delle emissioni acustiche nello stampaggio delle lamiere

Motori, pompe, compressori, presse, punzonatrici, martelli, frese, magli: l’inventario degli strumenti nell’orchestra sinfonica della fabbrica è senza dubbio il più esteso ed il più rumoroso. Qui l’esposizione ad elevati livelli di pressione acustica è tale da causare direttamente danni fisici. Ogni rumore oltre gli 85 dBA (ad esempio, il motore di un camion) danneggia immediatamente e irreparabilmente le cellule ciliate e il nervo acustico. Non è possibile “abituarsi” al rumore: se i rumori forti non ci danno più fastidio, non è perché il nostro udito è assuefatto: è semplicemente compromesso.

I sintomi possono andare dalla perdita di sensibilità alle alte frequenze, fino alla sordità parziale o totale in casi estremi. Il danno può provocare un ronzio o un fischio continuo, che non dà tregua: il cosiddetto acufene. Si stima che ben 250 milioni di persone al mondo soffrano di questo disturbo. Oltre ai danni, un ambiente molto rumoroso è più pericoloso, perché non consente agli operatori di riconoscere certe situazioni di pericolo. È anche meno produttivo, perché il rumore impedisce la comunicazione tra il personale o di intervenire tempestivamente in caso di guasti o malfunzionamenti.

Leggi anche Un esempio di bonifica acustica in ambiente di lavoro

Come fare quindi a limitare l’esposizione al rumore, proteggendo il nostro udito e la nostra salute? Abbiamo a disposizione 4 principali strade, con costi ed efficacia differenti.

di Marco Basso

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here