Competitività e resilienza delle Pmi

Nel corposo pacchetto di misure previste dalle diverse azioni del PNRR, segnaliamo quelle rivolte alle imprese, in particolare alle Pmi, e rubricate “I5.2.S.3.13. Finanziamento a fondo perduto per la competitività e resilienza delle imprese produttive”. Ci riferiamo in pratica alla linea di credito “Investimento 5.2“.

Il bando, in fase di attivazione, sarà aperto a nuove domande di contratto di sviluppo, previa presentazione di apposita istanza da parte del soggetto proponente a domande di contratto di sviluppo già presentate al soggetto gestore, il cui iter agevolativo risulti, alla data della predetta istanza, sospeso per carenza di risorse finanziarie.

I programmi di sviluppo possono essere realizzati: da più imprese operanti nella filiera di riferimento, a condizione che i singoli progetti di investimento risultino strettamente connessi e funzionali alla nascita, allo sviluppo o al rafforzamento della filiera medesima; da una sola impresa, a condizione che il programma di sviluppo presenti forti elementi di integrazione con la filiera di appartenenza e sia in grado di produrre effetti positivi, in termini di crescita e rafforzamento, anche sugli altri attori della filiera medesima non partecipanti al programma, con particolare riferimento alle imprese di piccole e medie dimensioni.

In sede di presentazione dell’istanza di accesso, le società proponenti e aderenti assicurano l’impegno all’assunzione dei lavoratori che risultino percettori di interventi a sostegno del reddito, ovvero risultino disoccupati a seguito di procedure di licenziamento collettivo, ovvero dei lavoratori delle aziende del territorio di riferimento coinvolte da tavoli di crisi attivi presso il Ministero dello Sviluppo Economico.

Le domande di contratto di sviluppo devono avere ad oggetto la realizzazione di programmi concernenti filiere produttive, anche emergenti, strategiche per il rafforzamento del sistema Paese. Tra i comparti ritenuti strategici ci sono anche quelli del metallo e dell’elettromeccanica;

Risorse per il Mezzogiorno

Le risorse destinate all’attuazione dell’”Investimento 5.2 – Competitivita’ e resilienza delle filiere produttive” del PNRR finanziato dal NextGenerationEU, sono pari a 750 milioni di euro. Almeno il 40% è destinato al finanziamento a progetti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia.