Industrializzare la flessibilità

Uno tra i principali business di ICET Industrie Spa è la produzione di quadri elettrici totalmente customizzati. E proprio la personalizzazione permette all’azienda di differenziarsi in un mercato in cui la modularità la fa da padrone. Per coniugare grande flessibilità e alta produttività, ICET Industrie Spa ha scelto una performante linea FMS Salvagnini.

Il mondo delle lavorazioni contoterzi è assai vario: c’è chi prospera mettendo la propria capacità realizzativa al servizio dei più svariati mercati, c’è chi coltiva la propria esperienza in un particolare settore arrivando a comprenderne tutti i segreti, e c’è chi fa entrambe le cose. Quest’ultimo è il caso di ICET INDUSTRIE SPA (di seguito “ICET”) di Barberino Tavarnelle (FI).

L’azienda, anche se è più corretto parlare di Gruppo, è specializzata nella realizzazione manifatturiera di prodotti elettromeccanici e nell’esecuzione di contratti d’appalto. Il Gruppo conta due divisioni produttive, gestite con una visione unica e condivisa pur avendo management, stabilimenti e forza vendita distinte. La divisione Switchboards & Components progetta e realizza quadri elettrici e componenti in media e bassa tensione, mentre la divisione Contract opera nelle costruzioni e nell’impiantistica generale in qualità di general contractor, e nelle attività programmate o straordinarie di Operation & Maintenance con soluzioni personalizzate o chiavi in mano.

Comune a entrambe le divisioni sono i principi di flessibilità, puntualità e qualità che, all’interno della divisione Switchboard & Components, vengono raggiunti anche grazie all’utilizzo di una recentissima linea di produzione Salvagnini.

Simone Franza