Ceramiche tecniche e resistenze elettriche per impianti dedicati al trattamento termico

SIM Srl, Società Industriale per la Metallurgia, è un’azienda leader nella produzione di ceramiche tecniche e resistenze elettriche industriali, usate negli impianti dedicati al trattamento termico di metalli alle medie ed alte temperature.

I trattamenti termici sono molti utilizzati nella costruzione di particolari meccanici. Sono operazioni che consentono di sottoporre le leghe al di sotto del loro punto di fusione, dal riscaldamento al raffreddamento, conferendo determinate caratteristiche meccaniche quali:

  • durezza
  • resistenza alle sollecitazioni
  • tenacità
  • alta lavorabilità.

Le officine meccaniche in genere, ponendosi come obiettivo principale quello di soddisfare le esigenze della clientela nella totalità delle richieste, si avvalgono di importanti strutture che garantiscono, con i propri impianti e le relative certificazioni, svariati tipi di trattamenti termici.

Tipi di trattamenti termici

tempra, rinvenimento, bonifica, ricottura, normalizzazione, cementazione/tempra, cementazione sottovuoto 0.1-1.5, nitrurazione ionica, nitrurazione gassosa, tempra laser, tempra induzione, distensione.

Ogni trattamento termico avviene in tre fasi principali:

  • Fase di riscaldo: fase in cui è molto importante riscaldare il particolare meccanico in modo uniforme in tutti i punti, in modo da evitare differenze di temperatura con conseguenti dilatazioni che possono essere causa di cricche;
  • Permanenza e temperatura di regime: la temperatura di regime e la permanenza, nei trattamenti termici, devono essere scelte in modo accurato perché vitali nella riuscita; molto dipende dalla grandezza del pezzo, dal tipo di materiale e dalle caratteristiche meccaniche che si vogliono ottenere dopo il trattamento termico.
  • Fase di raffreddamento: molto importante nei trattamenti termici, perché consiste nel riportare il particolare meccanico riscaldato a temperatura ambiente. Questo processo può essere effettuato in modo lento, scendendo di qualche decina di gradi/h, o rapido, scendendo di qualche centinaia di gradi al secondo. Ogni valore della velocità di raffreddamento conferisce all’acciaio una diversa struttura quindi una diversa risposta all’applicazione meccanica.