Un fornitore (sempre più) globale

Un fornitore (sempre più) globale. Alla scorsa MECSPE 2022 Hexagon ha presentato le proprie principali soluzioni, nonché alcune novità e, soprattutto, le prospettive future a seguito del recente consolidamento delle tre Business Unit di Hexagon Italia in un’unica entità al servizio del mercato nazionale

Due stand dedicati alla diverse aree dello smart manufacturing, uno per i software CAD/CAM, l’altro per la progettazione, ancora il CAD/CAM, la metrologia e il controllo di processo. È così che Hexagon si è presentata alla 20a edizione di MECSPE, la fiera delle tecnologie e delle innovazioni per la manifattura, segnando il proprio totale impegno per dimostrare tutte le potenzialità delle soluzioni di progettazione, di programmazione CNC e di controllo dimensionale. Con uno spirito ancora più sinergico, visti anche gli eventi che hanno caratterizzato l’ultimo biennio.

Levio Valetti, Marketing & Communications Manager della Manufacturing Intelligence division

«Sono tanti – ha dichiarato Levio Valetti, Marketing & Communications Manager della Manufacturing Intelligence Divisiongli eventi che si sono susseguiti in questi ultimi due anni e durante i quali, nonostante tutte le note criticità e difficoltà, l’azienda non si è fermata. Se per il 2020 abbiamo inevitabilmente registrato un calo, seppur contenuto, già l’anno successivo è ripartito con gran ritmo e con un risultato che ci ha reso molto orgogliosi. Il 2021 è stato infatti per il mercato italiano l’anno record di tutti i tempi, sia in termini di vendite, sia in termini di fatturato. E anche il 2022 è iniziato in modo positivo e sta continuando a dare buoni risultati. Siamo confidenti che anche per questo esercizio i risultati saranno molto soddisfacenti».

Sempre più vicini al cliente

L’ultimo biennio ha rappresentato per Hexagon Italia anche un aggiornamento organizzativo con l’apertura di due nuove sedi: Caponago, alle porte di Milano, a cui è seguita quella di Pomigliano D’Arco, in provincia di Napoli.

«In ottica di costante sviluppo – ha aggiunto Valetti – e di riuscire ad essere sempre più vicini al nostro cliente, stiamo gettando le basi per l’apertura di una nuova sede anche nel nord-est, in Veneto, , come punto di riferimento commerciale e anche tecnico».

Lo stesso Valetti ha poi ricordato come l’azienda abbia già da qualche anno dato un segnale forte del nuovo asset operativo, sempre più ampio e articolato, che va marcatamente ben oltre la metrologia. Orientamento confermato e consolidato anche da alcune acquisizioni di realtà attive per esempio nei settori della simulazione, del software CAD/CAM e della gestione dei processi.

«La più recente – ha precisato Valetti – è stata l’acquisizione di Vero Solutions, noto distributore italiano del software CAD/CAM VISI di Hexagon per la produzione di stampi e modelli, entrato a far parte del Gruppo con tutto il proprio staff. ».

Hexagon continua così non solo ad ampliare e arricchire la propria proposta di soluzioni ma, soprattutto, a presidiare e coprire un’area sempre più estesa di tutto il processo produttivo; non più solo la parte di misura e metrologia, ma intercettando e soddisfacendo anche le esigenze di progettazione, di ingegnerizzazione, di simulazione, fino alle lavorazioni e al controllo qualità. In altre parole, proporsi come fornitore sempre più globale al fianco delle industrie.

L’unione fa la forza

«Un approccio congiunto – ha rilevato Valetti – non del tutto nuovo per la nostra organizzazione italiana, che ha cercato in questi ultimi anni di rendere sempre più trasversali le competenze sul campo. Non a caso la nostra filiale è stata scelta come progetto pilota di questo nuovo corso, ovvero unire le divisioni della progettazione e simulazione, software CAD/CAM, metrologia e controllo di processo, in un’unica entità commerciale e tecnica. Entità di cui Bruno Rolle è stato nominato direttore generale».

L’unione delle tre Business Unit di Hexagon Italia ha richiesto una riorganizzazione di tutte le risorse tecniche e commerciali senza perderne la specificità, ma ridisegnata su una vision operativa più ampia, basata su sinergie che agevolino una proposta sempre più inclusiva e di ampio spettro, contribuendo in modo mirato al successo dei propri clienti.

«Un importante cambiamento – ha concluso Valetti – che ci pone di fronte a un futuro molto sfidante nel quale i prodotti non vivranno più solo di vita propria, ma avranno tutto il potenziale per potersi unirsi sinergicamente in base alle singole esigenze».

La divisione Manufacturing Intelligence di Hexagon presentato in anteprima mondiale a MECSPE 2022 il nuovo laser tracker Leica Absolute Tracker AT500 equipaggiato con il tastatore wireless B-Probeplus

Sistema di misura in anteprima mondiale

Per la divisione Manufacturing Intelligence di Hexagon, MECSPE 2022 è stata occasione propizia anche per lanciare in anteprima mondiale il nuovo Leica Absolute Tracker AT500 equipaggiato con il tastatore wireless B-Probeplus. Pensato come il laser tracker più portatile e robusto della gamma Hexagon, il nuovo strumento si distingue per una serie di caratteristiche che contribuiscono a rendere i tempi di configurazione estremamente rapidi.

«Si estrae dalla valigetta di trasporto, si accende – ha spiegato Ioan-Liviu Baciu, Application & Training Engineer e si è pronti a misurare. Non ci sono cavi grazie al controller integrato e all’alimentazione a batteria, e non è necessaria l’inizializzazione del riflettore o il livellamento. Un’altra sostanziale differenza con la serie AT400 riguarda poi la rapidità di misura, grazie alla frequenza portata a 100 Hz, che consente la cattura dei punti 10 volte più velocemente rispetto all’AT403. L’accuratezza rimane la medesima ma sono svariati i miglioramenti apportati. Come, ad esempio, il sistema di puntamento automatico brevettato PowerLock che riduce ulteriormente le perdite di tempo».

Ioan-Liviu Baciu, Application & Training Engineer della Manufacturing Intelligence Division di Hexagon

Il nuovo B-Probeplus offre un’esperienza d’uso completamente nuova per i sensori entry-level. La misura completamente wireless è ora accompagnata da un feedback in tempo reale e da un ampio angolo di accettazione fino a 16° in qualsiasi direzione a una distanza massima di 12 m dal tracker.

«Il nuovo sensore – ha concluso Baciu – è inoltre dotato di pulsanti riprogettati e più resistenti e di un’autonomia prolungata della batteria fino a 6 ore, oltre che di una precisione di misura in linea con la norma ISO 10360-10».

Il sistema è inoltre integrato dalla nuova App AT500 Connect, che consente di configurare la rete e livellare tramite smartphone o tablet (disponibile per Android e iOS).

Il CAD CAM CAE di riferimento per il mondo manifatturiero

Le soluzioni VISI CAD CAM CAE di Hexagon Manufacturing Intelligence, sono il riferimento per stampisti, stampatori e per l’industria meccanica. In un unico ambiente, il progettista può lavorare in ambiente wireframe, per la modellazione di superfici e solidi, eseguire lavorazioni meccaniche 2, 3 e 5 assi posizionati e continui con routine dedicate per l’alta velocità. VISI si propone quale strumento adatto per progettare stampi a iniezione per materie plastiche ed eseguire l’analisi del flusso plastico all’interno dello stampo in modo da poter evidenziare e risolvere eventuali criticità in fase di progetto.

VISI di Hexagon Manufacturing Intelligence è riconosciuta come suite CAD CAM CAE di riferimento per la progettazione e produzione, dedicata all’industria degli stampi

La suite è adatta, inoltre, per lo sviluppo dei particolari in lamiera e per la progettazione di stampi progressivi con gestione completa della spiegatura e del ritorno elastico. Per le lavorazioni di elettroerosione, VISI fornisce una piattaforma con potenti strumenti integrati. Hexagon Manufacturing Intelligence offre inoltre soluzioni dedicate alla gestione ottimizzata della progettazione e creazione degli stampi per arrivare facilmente alla generazione automatica della Distinta Base. In questo modo si amplia l’orizzonte aziendale sulla creazione di uno standard “ordinato e preciso” di progettazione che non può che portare ottimizzazione alla gestione dell’intero processo di gestione dello stampo. I clienti chiedono più velocità, sicurezza, formazione e assistenza. Per questo, è disponibile un servizio completo con una linea dedicata di assistenza telefonica e percorsi di formazione con giornate di Master su argomenti specifici durante tutto l’anno.

Verifica automatica di tubi e profili ad alta risoluzione
Esposta a MECSPE 2022, TubeInspect è una cella di misura all-in-one chiavi in mano sviluppata appositamente da Hexagon per il controllo qualità ad alta efficienza di tubi ed elementi piegati. Grazie a una serie di telecamere di alta qualità che garantiscono un’ineguagliata scansione ottica, il sistema rende possibile la misura rapida e veloce senza compromettere la qualità e la precisione dei dati. Gestito dalla piattaforma software leader di BendingStudio XT, il sistema TubeInspect può diventare lo strumento di riferimento per il controllo e l’analisi dell’intero processo di produzione dei tubi. TubeInspect è disponibile in quattro versioni: il modello P16.2 di grandi dimensioni e il più piccolo P8.2, entrambi anche disponibili in versione HRC, telecamera ad alta risoluzione, di fascia alta. I modelli TubeInspect P8.2 sono adatti per tubi di lunghezza inferiore a 1.000 mm da un’estremità all’altra e con un diametro massimo di 125 mm. I modelli P16.2 possono misurare tubi di lunghezza inferiore a 7 m e con un diametro massimo di 200 mm.

TubeInspect di Hexagon permette il controllo qualità ad alta efficienza di tubi piegati e profili

È comunque possibile misurare elementi di lunghezza superiore a passi successivi. La piattaforma TubeInspect offre anche una capacità di automazione completa, con modelli ad alta risoluzione pronti per un’integrazione totale a garanzia della qualità all’interno di celle robotizzate per la produzione di tubi. Inoltre, con i modelli ad alta risoluzione, viene offerta anche la possibilità di misurare i supporti terminali e i raccordi con strumenti CAD mediante l’analisi delle immagini piuttosto che con calibri meccanici. La tecnologia d’illuminazione a LED integrata a lunga durata e a bassa manutenzione illumina perfettamente il campo di misura di TubeInspect, con il controllo della luce laterale interna effettuato automaticamente tramite BendingStudio XT. La rappresentazione grafica è veloce e dettagliata grazie alla tecnologia delle telecamere GigE che assicura l’acquisizione sincrona dell’oggetto di misura in pochi millisecondi. Tutto ciò è realizzato su un’innovativa superficie di riferimento tridimensionale in vetro ad alta precisione che offre la stabilità richiesta per l’utilizzo in officina.

Misurazioni ultra precise ottimizzate per la flessibilità
Esposta a MECSPE 2022 anche una delle macchine di misura a coordinate (CMM) della serie Leitz Reference Xi di Hexagon Manufacturing Intelligence, ottimizzate per la flessibilità.

Leitz Reference Xi di Hexagon Manufacturing Intelligence è una macchina di misura a coordinate ultra precisa e ultra flessibile

Stiamo parlando di macchine ultra-precise disponibili con sofisticate funzioni opzionali di compensazione termica, compresa l’opzione fascia di temperatura estesa XT da 15 °C a 35 °C, completa di ripari a soffietti, e il sistema di monitoraggio ambientale denominato PULSE. Grazie a queste opzioni è possibile utilizzare la macchina anche al di fuori degli ambienti a temperatura controllata, mentre l’ampia gamma di teste di misura garantiscono elevate precisioni in ogni condizione operativa: dalla HP-S-X1 unita al polso indexabile alla HH-A-T2.5 o HH-A-T5, alla testa di misura fissa HP-S-X3C, fino alla testa di scansione HP-S-X5-HD, progettata per l’impiego con prolunghe stili molto estese o configurazioni stili pesanti. Grazie al controllo multisensore, la serie Leitz Reference può integrare anche sensori ottici. Disponibili con corse assi X-Y-Z rispettivamente configurate da un minimo di 500 x 400 x 300 mm a un massimo di 3.300 x 1.500 x 1.350 mm, le Leitz Reference Xi consentono le seguenti verifiche. Per dentature cilindriche: diritta, elicoidale, a doppia elica, a innesti dentati (interni ed esterni); ingranaggi frizione (interni ed esterni); segmenti di dentature (numero minimo di denti: 1); cremagliere. Per ruote coniche: a denti diritti, ad arco di cerchio, ipoidale, a corona. Utensili da taglio: creatori, brocce, utensili da taglio, sbarbatori, frese sagomate.

(di Gianandrea Mazzola)