Utensili danneggiati: come ripararli?

Fresa prima e dopo la riparazione.

Nata nel 1992, A.M.C. Meccanica si caratterizza per il sostanzioso bagaglio di conoscenze e professionalità che ha maturato nel settore dell’utensileria. L’azienda rappresenta in esclusiva per l’Italia attrezzature da perforazione e utensileria per aziende operative nell’ambito della meccanica, affiancando alla rappresentanza la produzione di attrezzature da perforazione. Parallelamente a tale attività, trova notevole risalto in A.M.C. Meccanica la forte specializzazione nella riparazione di utensili danneggiati, di qualsiasi costruttore.

Utensili rigenerati e garantiti

L’azienda si occupa infatti già da molti anni della rigenerazione di utensili danneggiati di qualsiasi marca e tipologia come, solo per citare alcuni esempi: punte corte, bareni, testine, frese a riccio, frese a spianare, corpi fresa in genere, cartucce e portainserti. «Gli utensili riparati con la nostra procedura di rigenerazione – spiega Marie Sandèn, titolare di A.M.C. Meccanica – sono garantiti per forma e tolleranze ed evidenziano una resistenza all’usura ottimale rispetto al corpo base, indipendentemente dal grado di usura, dal tipo e dall’entità del danno. In ogni caso, è comunque necessario che sia ancora presente almeno il 10% della sede inserto. L’utilizzatore ritrova in questo modo i suoi utensili allo stato originale».

Utensili danneggiati/riparati.

Utensili danneggiati: come si svolge la riparazione

Ma come si svolge in concreto la riparazione, per raggiungere i risultati desiderati? «Innanzitutto, solo utilizzando nel ripristino il materiale corretto è possibile ottenere la resa che ci si aspetta, motivo per cui è quindi fondamentale conoscere il materiale di base impiegato. La scelta del materiale corretto e la sua applicazione, rispettando un adeguato spessore, consentono di raggiungere, in combinazione con il trattamento superficiale, una durezza tra i 43 e i 52 HRC. In linea di principio – conclude Marie Sandèn – è possibile riparare con risultati economicamente convenienti tutti gli utensili a inserto, a partire dal semplice utensile da tornio fino alla fresa a spianare o alla fresa a riccio». Dopo aver ricevuto gli utensili danneggiati, A.M.C. Meccanica realizza e invia entro 48 ore un preventivo dettagliato con prezzi e tempi di consegna, e dopo il benestare del committente procede alla riparazione. È da sottolineare in particolare che, insieme a ogni utensile, è necessario far pervenire anche una serie completa di ricambi (staffa, inserto, sottoplacchetta, viti e spine), che vengono poi restituiti con l’utensile riparato. L’azienda è in grado di riparare anche utensili speciali: in questo caso vanno forniti i relativi disegni, ma se ciò non è disponibile l’ufficio tecnico di A.M.C. Meccanica è sempre pronto a realizzarli.