Rifinanziata la Nuova Sabatini

La Legge di Bilancio 2022 ha rifinanziato i fondi della Nuova Sabatini con 900 milioni di euro. Possono richiedere il finanziamento le Pmi con sede operativa in Italia, a seguito di valutazione del merito di credito da parte della banca o della società di leasing che erogherà il contributo. Il finanziamento deve essere destinato all’acquisto di macchinari, impianti, beni strumentali, attrezzature e hardware nuovi e destinate all’uso produttivo.

L’incentivo nel dettaglio

Sono ammissibili – con contributo maggiorato – gli investimenti in tecnologie digitali e sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti. Il finanziamento può avere una durata massima (compreso il preammortamento) di 5 anni dalla data di stipula del contratto di finanziamento e deve essere compreso tra i 20.000 euro e i 4 milioni per impresa beneficiaria, anche frazionato in più acquisti, a copertura del 100% dei costi ammissibili. Inoltre, il finanziamento può essere assistito dal Fondo di garanzia nella misura massima dell’80% del suo ammontare.

L‘agevolazione consiste in un contributo in conto interessi erogato dal Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE), pari agli interessi calcolati sull’importo di un finanziamento
di cinque anni al tasso dello 2,75%. Per investimenti relativi alla manifattura digitale è previsto un contributo maggiorato del 30% arrivando ad un tasso del 3,575% annuo. Il contributo in conto interessi viene erogato a fondo perduto in un’unica tranche, una volta completato e rendicontato l’investimento per spese sino a 200.000 euro. Sopra tale soglia il contributo sarà erogato in più bonifici, generalmente ripartiti in 5 anni. L’agevolazione è cumulabile con altri incentivi di natura fiscale per l’acquisto di macchinari prevista dal Piano Nazionale Transizione 4.0.

L’avvio degli investimenti deve essere successivo alla data di invio alla banca-società di leasing della domanda per l’ottenimento del finanziamento e dei contributi. Gli investimenti devono essere conclusi entro 12 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento. La data di conclusione corrisponde alla data dell’ultima fattura, o nel caso del leasing, la data dell’ultimo verbale di consegna del bene.

Maggiori informazioni sul sito del MiSE al link: https://www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/beni-strumentali-nuova-sabatini.