Intelligenza artificiale e robot per costruire una diga

Un ambizioso progetto cinese prevede l’impiego della stampa 3D, dell’intelligenza artificiale e dei robot da costruzione per la realizzazione di una diga idroelletrica alta 590 metri, senza ricorrere alla manodopera umana.

L’opera, se e quando sarà completata, sarà probabilmente la struttura più alta del mondo costruita con processi di stampa 3D, un record al momento detenuto da un edificio a due piani a Dubai, alto 6 metri.

La robotica entra in cantiere

Un sistema centrale di intelligenza artificiale verrà utilizzato per supervisionare l’imponente catena di montaggio automatizzata che ha inizio con una flotta di camion senza equipaggio utilizzati per trasportare i materiali da costruzione in alcune parti del cantiere. A seguire bulldozer e finitrici, sempre a guida autonoma, trasformeranno i materiali negli strati che comporranno la diga, mentre rulli dotati di sensori presseranno ogni strato in modo che diventi solido e resistente.

Secondo quando riportato, ogni volta che uno strato verrà completato, i robot invieranno informazioni sullo stato di avanzamento dei lavori all’intelligenza artificiale. Questo sistema, assieme all’esercito di robot, vuole provare a eliminare gli errori umani. Tuttavia, l’estrazione del materiale da costruzione dovrà ancora essere effettuata manualmente e l’intero sistema intelligente permetterà ai lavori in cantiere di procedere in modo continuo, garantendo un luogo di lavoro sicuro per gli operai.

Il successo del progetto potrebbe fornire un modello per nuove realizzazioni edili, come la costruzione di strade. Inoltre, grazie all’automazione, questo nuovo modo di realizzare opere edilizie aiuterà la Cina a mantenere in vita le proprie industrie, che in questo momento storico soffrono del crollo del tasso di natalità e, quindi, di una tendenziale carenza di manodopera.