Joerg Klinger nel Board di Italvolt

Italvolt, la società che sta costruendo a Scarmagno (To) una Gigafactory da 45 GWh, ha annunciato la nomina di un nuovo membro del proprio Board, Joerg Klingler, senior vice president del Gruppo Bosch, con effetto immediato.
Laureato in Ingegneria meccanica all’Università di Stoccarda, Klinger ha oltre vent’anni di esperienza nell’industria manifatturiera e una profonda conoscenza dei processi di produzione, di progettazione e di sviluppo degli impianti di elettronica automobilistica.
Nel corso della propria carriera, Klinger ha supervisionato lo sviluppo dei complessi elettronici di Bosch a livello globale. Attualmente è responsabile della produzione aziendale del Gruppo Bosch, compresi gli investimenti globali e la pianificazione delle sedi, i sistemi e i servizi di produzione e la digitalizzazione degli stabilimenti Bosch in tutto il mondo.
La decisione di Klingler di entrare a far parte di Italvolt è una conferma della solidità del progetto e delle ambizioni di Italvolt di realizzare una catena di fornitura di batterie agli ioni di litio affidabile e localizzata per il mercato europeo. La nomina segue il recente annuncio della collaborazione tra Italvolt e Politecnico di Milano finalizzata a creare il primo processo di sviluppo di batterie “a ciclo chiuso” in Italia e a mappare le catene di fornitura per sostenere Italvolt nell’approvvigionamento di materie prime da fonti primarie da utilizzare nella propria Gigafactory.
«Joerg Klinger ha contribuito a rispondere ad alcune delle sfide più urgenti e complesse nella creazione dell’industria della mobilità elettrica con soluzioni produttive all’avanguardia» – commenta Lars Carlstrom, fondatore e CEO di Italvolt. «La sua visione ed esperienza saranno preziose per la crescita del nostro business. Italvolt continua a rafforzare il proprio team senior per realizzare un futuro sostenibile e moderno per i veicoli elettrici in Italia e in tutta Europa».
Joerg Klingler, nuovo membro del Board di Italvolt, aggiunge: «Il progetto Italvolt ha un grande potenziale. Ho deciso di entrare a far parte di Italvolt e di sostenere la società per essere parte integrante di un’azienda che lavora per garantire la sicurezza energetica dell’Europa. Il settore delle batterie agli ioni di litio è destinato a una crescita esponenziale nel prossimo decennio e Italvolt sarà al centro della moderna industria europea delle batterie, guidando la transizione nel settore automobilistico».