Digitalizzazione e veicoli connessi

Condividi

Edicola web

Nuovi scenari di progettazione, condition monitoring e gestione dei dati per i veicoli intelligenti del futuro.

Favorita dal rapido sviluppo delle tecnologie informatiche, la digitalizzazione rappresenta una sfida a cui molti settori industriali devono saper rispondere. Le tecnologie digitali rappresentano per molte aziende un mezzo per innovare l’offerta, incrementare le vendite, migliorare il livello di soddisfazione e la conoscenza dei clienti, aprirsi a nuovi mercati e canali di distribuzione, aumentare l’efficienza, minimizzare i costi e massimizzare i profitti, in altre parole sono garanzia di sopravvivenza in un mercato altamente competitivo e mutevole.

Tuttavia, acquisire una rapida consapevolezza circa il potenziale che la digitalizzazione è in grado di offrire può non essere sufficiente. Diventa cruciale partire da un’analisi approfondita dei modelli di business, dei processi specifici e dei sistemi organizzativi esistenti già ben collaudati, per poi definire una strategia di trasformazione, che preferibilmente non riguarderà una singola fase momentanea ma un continuo percorso di aggiornamento digitale.

Potenzialmente, molti processi possono essere digitalizzati e quindi connessi in rete e magari automatizzati almeno in parte. Da questo punto di vista, sono numerose anche le iniziative e i progetti in tema. Nonostante ciò, esiste ancora un elevato grado di incertezza riguardo alle modalità con cui procedere e quanto profondamente implementare i cambiamenti connessi alla digitalizzazione.

Come noto, non è sufficiente una semplice aggiunta di tecnologie digitali ai prodotti esistenti per apportare un vero valore aggiunto. Detto questo, anche se la digitalizzazione comporta investimenti rilevanti e qualche rischio connesso, il processo può essere fonte di grandi opportunità, come vedremo in questo articolo.

Considereremo in particolare l’industria automobilistica, la quale si trova a dover affrontare diversi cambiamenti: dalla transizione verso la propulsione elettrica, alle tecnologie del veicolo connesso e guida autonoma, necessitando di una crescente automazione dei processi e digitalizzazione del veicolo stesso.

Tecnologia del veicolo connesso

Più sicurezza, incidenti ridotti al minimo, migliore gestione del traffico, servizi avanzati di mobilità, sostenibilità ambientale, nuove esigenze di guida e miglioramento delle performance del veicolo spingono oggi verso lo sviluppo di veicoli connessi.

Un veicolo connesso in rete interagisce con i servizi disponibili e i dispositivi nelle vicinanze, che, oltre a laptop e smartphone, includono altri veicoli, la propria abitazione o ufficio o altre parti dell’infrastruttura quali, ad esempio, segnali stradali e centri di raccolta delle chiamate di emergenza.

Grazie alle moderne tecnologie dei sensori, i veicoli intelligenti comunicano con l’ambiente circostante, trasferendo enormi quantità di dati. La crescente connettività supporta diverse funzionalità e sistemi sia all’interno che all’esterno del veicolo. Si pensi, ad esempio, a sistemi di rilevamento ambientale, sistemi avanzati di assistenza alla guida, sistemi di guida autonoma, diagnostica remota, prognostica, riparazione o teleoperazione in caso di malfunzionamento… Tuttavia, ci sono ancora molteplici questioni aperte: limitazioni al campo visivo, influenza di fattori come temperatura e umidità sull’affidabilità e la vita utile dei sensori, mancanza di standard condivisi in merito all’integrazione dei sensori con altri componenti.

Infrastrutture e sistemi di comunicazione wireless avanzati ed efficienti nonché sofisticati sistemi di rilevamento aiuteranno i veicoli del futuro a raggiungere standard prestazionali più elevati. Le sfide relative all’elaborazione di grandi quantità di dati, alla privacy-sicurezza e agli aggiornamenti software “over-the-air” (OTA) sono oggi oggetto di approfondimento e ricerca.

 

Articoli correlati