Recuperare gli scarti dell’industria mineraria con i microbi

Giulia Gorgazzi

Condividi

I ricercatori dell’Università di Waterloo hanno sviluppato una nuova tecnica di estrazione che utilizza i microbi per recuperare i metalli e immagazzinare il carbonio nei rifiuti prodotti, i cosiddetti sterili, che potrebbe trasformare l’industria mineraria, delineando un futuro più sostenibile.

Gli sterili sono un sottoprodotto dell’estrazione mineraria. Sono i materiali di scarto a grana fine rimasti dopo l’estrazione del minerale target, che vengono poi impilati e immagazzinati. La crisi climatica e la crescente domanda di minerali critici richiedono lo sviluppo di nuove tecnologie di rimozione e lavorazione dei minerali. L’University of Waterloo, in Belgio, ha ideato una tecnica che usa i microbi per recuperare i metalli e immagazzinare il carbonio nei rifiuti prodotti dall’estrazione, attraverso un processo chiamato biolisciviazione. I vecchi sterili infatti contengono grandi maggiori di minerali critici. I microbi aiutano ad abbattere il minerale, rilasciando tutti i metalli preziosi che non sono stati completamente recuperati in un modo ecologico e molto più veloce dei processi naturali di alterazione biogeochimica.

Possiamo prendere gli sterili prodotti in passato e recuperare più risorse da quei materiali di scarto e, così facendo, anche ridurre il rischio che i metalli residui entrino nei corsi d’acqua locali o nelle acque sotterranee“, afferma Jenine McCutcheon, assistente del Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente.

Un contributo prezioso

Oltre a migliorare il recupero delle risorse, i microbi catturano l’anidride carbonica dall’aria e la immagazzinano negli scarichi della miniera come nuovi minerali. Se applicata a un’intera miniera, questa tecnica potrebbe compensare più del 30% delle emissioni annuali di gas serra di un sito minerario e conferire valore agli sterili storici delle miniere che altrimenti sarebbero considerati rifiuti industriali.

Ripensare il modo in cui i futuri siti minerari sono progettati per integrare questo processo potrebbe portare ad avere miniere a emissioni zero fin dall’inizio, piuttosto che pensare allo stoccaggio del carbonio come componente aggiuntivo alla fine – spiega McCutcheon. L’industria mineraria ha un’opportunità unica di svolgere un ruolo significativo nel futuro dell’energia verde”.

https://uwaterloo.ca/news/media/using-microbes-get-more-out-mining-waste

Articoli correlati

Il futuro dell’acciaio

A causa degli ultimi avvenimenti mondiali, ci troviamo di fronte all’alba di una nuova era per la siderurgia? Le ultime

Azionamenti a confronto

Azionamenti elettrici e pneumatici costituiscono un mezzo fondamentale per realizzare movimenti e produrre forze motrici. La concorrenza che da sempre