Innovazione e sperimentazione MADE 2023

Condividi

Edicola web

Ottima notizia per le Pmi desiderose di investire sull’innovazione, sulla sperimentazione e sulla ricerca. È infatti al via la versione 2023 del bando MADE per la selezione di progetti di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e studi di fattibilità.

I progetti beneficiano del cofinanziamento del Ministro delle Imprese e del Made in Italy, come da decreto del 10 marzo 2023 e coerentemente con l’Investimento 2.3 – «Potenziamento ed estensione tematica e territoriale dei centri di trasferimento tecnologico per segmenti di industria», nell’ambito della Missione 4 «Istruzione e ricerca» – Componente 2 «Dalla ricerca all’impresa» del PNRR.

Obiettivo, fondi, destinatari e modalità di accesso

L’obiettivo del bando è finanziare progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale da realizzare 12 mesi. Il bando ha una dotazione finanziaria di 12.5 milioni di euro per progetti di innovazione digitale.

L’azienda potrà ricevere un contributo fino a 70% dei costi sostenuti fino a un importo massimo di 400 mila euro. Possono accedere ai finanziamenti micro imprese e startup, Pmi, grandi imprese e consorzi composti da aziende di diverse dimensioni che si costituiscono in Associazione Temporanea di Scopo (ATS).

È possibile presentare le proposte progettuali esclusivamente per via telematica tramite l’apposita piattaforma PICA. La scadenza è fino ad esaurimento dei fondi disponibili.

Articoli correlati

La fresatura tra passato e futuro

“Bisogna conoscere il passato per capire il presente e orientare il futuro”, Tucidide, V secolo a.C.. Può valere anche per

La termodinamica del taglio

Quanto impatta la fisica nelle lavorazioni per asportazione di truciolo? Più di quanto si possa supporre, in particolare la termodinamica. Quando si parla