Innovazione e sperimentazione MADE 2023

Condividi

Ottima notizia per le Pmi desiderose di investire sull’innovazione, sulla sperimentazione e sulla ricerca. È infatti al via la versione 2023 del bando MADE per la selezione di progetti di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e studi di fattibilità.

I progetti beneficiano del cofinanziamento del Ministro delle Imprese e del Made in Italy, come da decreto del 10 marzo 2023 e coerentemente con l’Investimento 2.3 – «Potenziamento ed estensione tematica e territoriale dei centri di trasferimento tecnologico per segmenti di industria», nell’ambito della Missione 4 «Istruzione e ricerca» – Componente 2 «Dalla ricerca all’impresa» del PNRR.

Obiettivo, fondi, destinatari e modalità di accesso

L’obiettivo del bando è finanziare progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale da realizzare 12 mesi. Il bando ha una dotazione finanziaria di 12.5 milioni di euro per progetti di innovazione digitale.

L’azienda potrà ricevere un contributo fino a 70% dei costi sostenuti fino a un importo massimo di 400 mila euro. Possono accedere ai finanziamenti micro imprese e startup, Pmi, grandi imprese e consorzi composti da aziende di diverse dimensioni che si costituiscono in Associazione Temporanea di Scopo (ATS).

È possibile presentare le proposte progettuali esclusivamente per via telematica tramite l’apposita piattaforma PICA. La scadenza è fino ad esaurimento dei fondi disponibili.

Articoli correlati

Comune ma non banale: il caso della foratura

Geometria, materiale, qualità superficiale, precisione, cadenza produttiva… quante attenzioni dietro un “semplice” foro. Fori piccoli. Fori grandi. Fori ciechi. Fori