Robee, l’automa intelligente e sicuro

Condividi

Edicola web

Robee, l'automa intelligente

Oversonic Robotics sceglie i freni Mayr per il suo nuovo robot antropomorfo Robee; una garanzia di sicurezza e controllo dei movimenti in qualsiasi condizione.

Oversonic Robotics esiste solo dal 2020, ma ha già fatto parlare molto di sé: si tratta infatti di una delle aziende più innovative nel segmento tecnologico del Made in Italy. Fondata con l’obiettivo di creare soluzioni in grado di affrancare le persone dai lavori ripetitivi, faticosi e pericolosi, si è dedicata ad applicazioni robotiche nel mondo dell’industria e della sanità, culminate nella creazione del robot antropomorfo Robee.

Per questo robot la definizione di “collaborativo” è riduttiva: si tratta infatti di un vero e proprio compagno di lavoro, in grado di relazionarsi con gli operatori con modalità praticamente sociali, grazie all’interfaccia vocale in grado di sostenere normali conversazioni.

I 40 giunti di Robee permettono movimenti complessi, abilitando funzioni di picking e handling; sistemi di visione evoluti e telecamere in grado di valutare la profondità permettono di muoversi in sicurezza in ambienti aperti al pubblico.

Sicurezza e controllo dei movimenti

«I movimenti di Robee devono essere controllati in ogni condizione. Questo significa che, in caso di assenza di corrente o in condizioni di emergenza, tutti i movimenti devono essere bloccati nel minor tempo possibile. La sicurezza della macchina stessa, degli operatori o dei colleghi è quindi garantita dall’utilizzo di freni Mayr per ogni asse», afferma Roberto Zaffaroni, responsabile operation di Oversonic.

robee, l'automa intelligente e sicuro
Roberto Zaffaroni, responsabile operation di Oversonic

Una volta terminati i test sui primi prototipi e presa la decisione di proseguire con la produzione in serie, Oversonic non ha esitato a contattare Mayr, azienda che annovera fra le proprie referenze realtà di spicco come TQ Systems, tra i leader nella fornitura di soluzioni elettroniche in settori come l’automazione, la robotica e il medicale.

«Siamo soddisfatti dei freni Mayr in quanto le loro prestazioni sono in linea con quanto richiesto dalla nostra applicazione, anche in termini di pesi e dimensioni particolarmente ridotti; inoltre abbiamo apprezzato la loro affidabilità, il conveniente rapporto prezzo/prestazioni e la disponibilità del team di Mayr, che ci ha seguito in ogni fase del progetto,» prosegue Zaffaroni.

Una linea per i cobot

All’interno dell’ampio catalogo Mayr, Oversonic si è immediatamente indirizzata verso i freni della linea ROBA-Servostop Cobot, serie progettata appositamente per i robot leggeri, come quelli collaborativi.

Affidabili e compatti, il loro design rende facile integrarli anche in spazi molto ristretti. L’elevata densità di potenza permette di contenere il consumo di energia, caratteristica apprezzata anche per le conseguenze positive sull’ambiente oltre che sull’efficienza e produttività.

I freni ROBA-Servostop Cobot possono funzionare con una temporanea sovreccitazione e una successiva riduzione di voltaggio; la coppia di frenatura nominale va da 0,23 a 9 Nm e la velocità massima può variare fra i 4500 e i 10500 giri al minuto.

L’utilizzo di componenti certificati come i freni Mayr contribuisce inoltre a rendere Robee idoneo alla certificazione CE.

Il servizio reso da Mayr a Oversonic è stato all’insegna della piena collaborazione. I prodotti sono stati consegnati a Oversonic rapidamente; i componenti non hanno mai dato problemi in fase di collaudo, grazie anche al fatto che sono già sottoposti a rigidissimi controlli dal produttore prima che escano dalla fabbrica): Infine, i risultati hanno soddisfatto le aspettative e il prezzo è risultato competitivo in rapporto alle prestazioni.

Robee, l’automa intelligente e sicuro
Oversonic ha scelto i freni della linea ROBA-Servostop Cobot, serie progettata appositamente per i robot leggeri, come quelli collaborativi

Un partner affidabile

In breve, Mayr si è adoperata per fornire a Oversonic tutto il supporto di cui aveva bisogno nel minor tempo possibile. «Mayr ci ha dato l’opportunità di mettere a punto aspetti meccanici fondamentali del nostro prodotto. La tecnologia di Oversonic è in continua evoluzione e Mayr rappresenta un valido punto d’appoggio per il suo sviluppo,» conclude Zaffaroni.

Oversonic si aggiunge quindi alle numerose aziende del settore che si avvalgono dei componenti Mayr, un partner affidabile per ogni esigenza di trasmissione di potenza.

Articoli correlati

Mayr ritorna a MECSPE

Mayr ritorna a MECSPE

Mayr ritorna a MECSPE (Bologna, 6-8 marzo 2024), l’evento di riferimento per l’industria manifatturiera, con componenti a servizio completo. I