Tecnologie per la lavorazione del legno: l’export chiude a +2,6%

Condividi

L’Istat ha di recente pubblicato i dati definitivi relativi al 2023 sull’export di tecnologie italiane per la lavorazione del legno, che rappresentano circa il 70% di quanto prodotto: le vendite sui mercati esteri lo scorso anno sono cresciute del 2,6%.

lavor

La situazione paese per paese

Gli Stati Uniti si confermano il primo paese acquirente di tecnologia italiana con 185 milioni di euro, ma in calo rispetto al 2022; seguono Francia e Germania, rispettivamente con 148 e 125 milioni di euro. Polonia in forte crescita con 86 milioni di euro.

In aumento anche le importazioni 2023 con 6,5 punti percentuali, che in termini assoluti si traducono in 301 milioni di euro; da oltre confine le macchine per il legno arrivano principalmente dalla Germania, con il 33% in più di venduto rispetto al 2022, per un valore di 156 milioni di euro.

Articoli correlati

Attenzione… alla produzione!

Restiamo dalle parti di Istat e dintorni per mettere a fuoco le dinamiche della produzione industriale negli ultimi mesi. Ad aprile

Istat, nuovi dati sul lavoro

Arrivano i dati Istat sul mercato del lavoro nel primo trimestre dell’anno: l’input di lavoro, misurato dalle ore lavorate, è