Timac festeggia l’anniversario con nuovi e innovativi prodotti

Il 2015 è stato un anno da ricordare per la TIMAC di Schio.  Ma andiamo con ordine.
Quarant’anni di attività (1975-2015) sono un invidiabile traguardo e motivo di orgoglio per quelli che in essa prestano il loro lavoro. E, uno dei motivi che sono alla base di questo successo, è che dal 1975 la missione dell’azienda, presieduta adesso come allora dal Comm. Flavio Carboniero, è sempre la stessa: progettare e costruire soluzioni tecnologiche capaci di creare valore ai clienti. Quindi, ricerca ed innovazione sono la costante che ha accompagnato TIMAC in questi lunghi anni di attività e che la vedono tutt’ora riconosciuta protagonista nel campo delle macchine per la deformazione della lamiera, sia in ambito nazionale che internazionale. L’appartenenza al gruppo Omera Industries,  nonché la sinergia esistente con la partecipata Faib di Bassano del Grappa,  permette all’azienda di integrare  esperienze legate alla stampistica e agli impianti di grandi dimensioni .
TBVA 800E, come rientra nello spirito pragmatico di TIMAC, si è preferito festeggiare l’anniversario investendo in nuove soluzioni tecnologiche adatte a soddisfare fasce di clientela sempre più esigenti. Ne è un esempio la nuova BORDATRICE VERTICALE AUTOMATICA SERIE 800. Una macchina che propone un nuovo concetto per formatura a rulli in sostituzione dello stampaggio o della tornitura a lastra, punzonatura, etichettatura con codice a barre, arricciatura. Peculiarità del sistema è la formatura della parete verticale in un unico passaggio tramite rullatura, partendo da disco pretranciato. È una macchina idonea a lavorare alluminio ed acciaio fino a 1mm di spessore concernente la bordatura e il rotolamento del bordo di vassoi in alluminio.
Novità anche in campo automazioni industriali. Come le nuove soluzioni progettate e costruite nel 2015, per linee automatiche di produzione, di disimpilatori-impilatori lamiere, destacker-stacker, ad assi cartesiani anche in versione doppia, di impilatori a nastri magnetici, di feeder elettronici a 2 o 3 assi, integrati, ad esempio, in linea tandem e di transfer elettronici mono o bi-barra. È un cammino in continuo divenire quello di TIMAC che vede affiancarsi alla produzione storica di cesoie per dischi e anelli, prevalentemente automatiche, un programma di prodotti sempre più vasto, dalle flangiatrici alle linee di applicazione flange, dalle automazioni alle linee automatiche di produzione. Tante soluzioni su misura, capaci di rispondere in pieno alle esigenze dei clienti in termini di flessibilità, affidabilità e tecnologia delle attrezzature.  L’appuntamento è ora per le prossime sfide cominciando con una linea completa per la produzione di raccordi pluviali nel settore edile con partenza da coil fino al prodotto imballato con codice a barre su cartoni pronti per la spedizione e con una nuova macchina per la produzione di ventilatori industriali in acciaio, inox ed alluminio.