Artigiani della fresatura

E’ così che i membri dello staff della piccola impresa modenese visitata desiderano presentarsi al mercato delle lavorazioni meccaniche, sebbene siano dotati di centri di lavoro tecnologicamente all’avanguardia. E il perchè è presto detto: qui ogni particolare realizzato è quasi sempre un pezzo unico e come tale richiede una meticolosa cura artigianale.

Passione e innovazione

Termine derivante dal greco prõtótypos (che è primo tipo), il prototipo è il modello originale o il primo esemplare di un manufatto, rispetto a una sequenza di eguali o similari realizzazioni successive. Normalmente costruito in scala 1:1 su di esso vengono effettuati collaudi, modifiche e perfezionamenti, fino ad ottenere la versione definitiva, da avviare alla produzione di serie. Il prototipo può essere concettuale, funzionale, tecnico o di preserie, e in ogni caso può svolgere funzioni differenti nell’azienda: può servire per valutare costi, tempi di ciclo, risposta del mercato e così via. È interessante rilevare che il prototipo non è una necessità avvertita solo nell’epoca moderna, ma lo era sin dall’antichità, quando per la sua creazione ci si poteva affidare solo a carta e attrezzi da disegno, “antenati” dei programmi CAD-CAM e degli innovativi centri di lavoro a 5 assi impiegati dalla Tecman S.n.c. di Modena per produrre prototipi di componenti meccanici destinati ad importanti settori industriali, offerta che rappresenta la parte preponderante della sua attività.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here