Le politiche di manutenzione: dal guasto alla predittiva

La quarta rivoluzione industriale è un processo orientato alla produzione automatizzata e interconnessa, in cui la manutenzione si deve inserire e integrare. La progettazione della manutenzione consiste nella scelta delle politiche più idonee per bilanciare le esigenze di efficienza del nuovo modello di fabbrica.

Prevenire è meglio che curare

Progettare significa seguire precise logiche d’intervento derivanti dalla conoscenza approfondita degli impianti, dall’analisi dei guasti (tipologie di guasto e distribuzione del tasso di guasto), da valutazioni di carattere economico relative al costo del ciclo di vita di macchine e impianti che costituiscono il patrimonio aziendale. Con l’avvento della lean production si è consolidato un nuovo approccio tecnico e gestionale alla manutenzione, sviluppato in Giappone con la TPM (Total Productive Maintenance), in cui la manutenzione non è più vista come una funzione aziendale accessoria alla produzione, ma viene riconosciuta quale parte fondamentale di un sistema integrato, finalizzato all’ottimizzazione delle prestazioni attraverso il coinvolgimento di tutte le risorse.

La TPM ha sviluppato il concetto di manutenzione produttiva, la quale, basandosi su sinergie con funzioni tecniche interne ed esterne all’azienda, vuole migliorare le prestazioni degli impianti, in esercizio e futuri, attraverso la crescita della loro manutenibilità; attraverso l’elaborazione di procedure di controllo e specifiche tecniche per la definizione e l’acquisto di nuovi impianti, la manutenzione operativa sul campo collabora con le tecnologie per l’ingegnerizzazione delle nuove linee di produzione o la modifica delle precedenti.

La manutenzione produttiva fa parte della preventiva, politica generale volta a ridurre le probabilità di guasto o il degrado del funzionamento di una entità, grazie ad una programmazione di interventi eseguiti a intervalli predeterminati o abbinata a criteri prescritti e guidati da tecniche predittive.

La prevenzione può avvenire con interventi ciclici oppure condizionali, di seguito descritti.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here