Cavallo che vince non si cambia

La bresciana Bosmen, specializzata nel taglio a misura e nella lavorazione di tubi, ha confermato la sua fiducia in Sinico, acquistando la sua tredicesima macchina: una Top 1100 CNC Plus.

Il modello Bosmen

Uno dei punti di forza dell’industria meccanica italiana è la sua capacità di porsi come interlocutore privilegiato quando si tratta di fornire lavorazioni di alta qualità in conto terzi. La galassia di officine meccaniche italiane, il più delle volte di piccole dimensioni, fornisce un servizio di subfornitura caratterizzato da affidabilità, qualità del prodotto finito e quella flessibilità che la rende competitiva nel confrontarsi con i grandi OEM e con i fornitori Tier 1.

La Bosmen di Brescia è un tipico esempio di queste realtà. Bosmen è un centro di taglio tubi, certificato ISO 9001-2015, che si occupa da quarant’anni del taglio a misura di tubi da barra e della lavorazione delle estremità, con operazioni di intestatura, svasatura, filettatura e più in generale della preparazione degli spezzoni di tubo per trasformarli in pezzi e componenti destinati poi a essere assemblati nelle parti e nelle componenti che andranno a realizzare il prodotto finito.

I settori di destinazione dei tubi tagliati e lavorati da Bosmen sono numerosissimi: dal veicolo industriale al settore ferroviario, dall’idraulica all’industria dell’arredamento, dalla produzione di catene alle macchine agricole e movimento terra all’automotive.

Ed è proprio l’automotive a fare la parte del leone nei mercati di riferimento di Bosmen, visto che le commesse del settore automobilistico hanno permesso all’officina bresciana di raddoppiare praticamente la produzione dal 2015 a oggi; con un valore annuo che attualmente si attesta sui tredici milioni di pezzi lavorati. Tali risultati sono stati raggiunti con determinazione da parte del titolare, Ermes Bosio, ma anche per merito di tutti i collaboratori, qualificati e motivati, che collaborano con entusiasmo e competenza alla realizzazione degli obiettivi aziendali.

Un recente ampliamento in termini di spazi produttivi e di uffici, ha permesso oggi alla Bosmen, pur essendo una piccola azienda, di essere un’efficiente realtà, strutturata e organizzata con dimensioni che le permettono una gestione di tutto il processo produttivo, con spazi dedicati e adeguati, dal ricevimento della materia prima in barre, al deposito della stessa, al magazzino dei componenti finiti e semilavorati, alla loro movimentazione e spedizione.

Svariati sono i materiali: se l’alluminio è cresciuto di molto in questi anni, grazie proprio alla tendenza all’alleggerimento delle moderne autovetture, non manca l’acciaio trafilato al carbonio, il basso legato, l’acciaio inossidabile e il cupronickel. Quasi la totalità della materia prima è acquistata direttamente presso i più importanti e qualificati produttori italiani.

È proprio Bosio, a spiegarci nel dettaglio il mix produttivo della sua attività: “La nostra gamma di prodotti va da boccole ricavate da tubi dal diametro esterno da 8 mm a 115 mm con spessore da 1 mm a 12 mm e la lunghezza dei pezzi va da 10 a 400 mm con smussi alle estremità fino a 6 mm di profondità con angoli fissi a 15° – 20° – 30° – 45°. Oltre al taglio, Bosmen, su richiesta del cliente, è in grado di offrire anche lavorazioni aggiuntive: tranciatura, imbutitura, rettifica, e trattamenti superficiali, con il supporto di selezionati e qualificati partner esterni, per dare sempre un maggior livello di servizio, produzioni che negli ultimi anni sono più che raddoppiate“.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here