L’ISIS C.Facchinetti di Castellanza vince il Premio Impresa 4.0 di ABB Italia

BeeSafe dell’ISIS C. Facchinetti di Castellanza, Varese è il progetto vincitore dell’edizione 2019 del Premio Impresa 4.0, istituito da ABB Italia in collaborazione con Junior Achievement, riferimento italiano di una vasta organizzazione no profit dedicata all’educazione economico-imprenditoriale per i giovani.

Il progetto, premiato da una giuria di esperti composta da rappresentanti delle funzioni digital, marketing & sales, comunicazione e sostenibilità di ABB Italia, si propone come un sistema di supervisione per arnie con due principali funzionalità: un sistema di monitoraggio dei parametri ambientali dell’arnia e dello stato di salute delle api e un antifurto, che integrato al sistema di controllo, evita il furto e la devastazione delle arnie. Il prodotto offre la possibilità di digitalizzare il settore agricolo, con attenzione alla qualità produttiva. Il sistema ha ampie possibilità di sviluppo anche grazie alla connessione in rete e all’utilizzo di sistemi di alimentazione a energia solare. La raccolta dei dati e l’osservazione da remoto, offrono la possibilità di studio e analisi su vasta scala del benessere delle api aprendo a nuovi approcci a tutela e salvaguardia dell’ecosistema.

Il Premio Impresa 4.0, giunto alla seconda edizione, è un riconoscimento, rivolto agli studenti delle scuole superiori che ha come obiettivo quello di premiare l’imprenditorialità tramite esperienze capaci di formare i lavoratori del futuro, in particolare nell’ambito dell’impresa digitale. Gli studenti hanno potuto candidare le proprie idee attraverso progetti valutati sulla base dei seguenti criteri: aderenza al tema digital, innovazione, sostenibilità economica, potenziale di business e risultati già conseguiti. Il Premio Impresa 4.0 punta, attraverso percorsi didattici innovativi e l’aiuto di volontari qualificati, a creare una maggiore consapevolezza sul mondo del digitale.

«Siamo molto soddisfatti dell’interesse che il Premio Impresa 4.0 ha suscitato tra i giovani che abbiamo raggiunto, grazie al progetto sviluppato con JA Italia,  partner storico con cui da anni collaboriamo per portare nelle scuole italiane competenze ed esperienze utili all’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro», afferma Mario Corsi, amministratore delegato di ABB Italia. «Abbiamo ricevuto 34 candidature al premio da ogni parte d’Italia: tutte idee in linea con il tema digitale con il quale abbiamo voluto sollecitare gli imprenditori in erba. Abbiamo premiato l’intraprendenza, l’innovazione tecnologica supportata dal digitale e la capacità di trasformare in soluzioni un’esigenza del mercato. I processi di co-creazione alla base del progetto BeeSafe rispecchiano il nostro approccio al mercato: un dialogo con i nostri clienti per poter sapere di più, fare di più e meglio nei processi produttivi grazie alla tecnologia digitale. Questo giovane team ha interpretato brillantemente l’ approccio, dimostrando grandi potenzialità imprenditoriali e digitali».

Nella prima edizione, che si è svolta nel 2018, vinse la competizione la mini-impresa dell’ITTS Alessandro Volta di Perugia con il progetto sVOLTAmo: uno smart paper integrato con un sensore NFC riprogrammabile che rilascia una serie di dati utili una volta avvicinato allo smartphone. Un’idea vincente che ha brillantemente proseguito il suo percorso alle edizioni di Roma e New York di Maker Faire.

«La nostra collaborazione con JA Italia è un percorso virtuoso ed estremamente concreto», conclude Corsi. «Coinvolgere i nostri dipendenti come dream coach in un programma che avvicina il mondo dell’impresa a quello della scuola, significa contribuire a un’attività a forte impatto sociale: i giovani ci ripagano stupendoci con la loro creatività e la loro imprenditorialità, confermandoci la loro rinnovata fiducia nella capacità di essere protagonisti del loro futuro».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here